menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Barberino Tavarnelle: accoltella il cognato, arrestato per tentato omicidio

Pensava che la vittima nascondesse in casa sua moglie, fuggita da lui perché maltrattata

Ha accoltellato ripetutamente al torace il cognato, convinto che avesse dato rifugio a sua moglie, scappata di casa per sfuggire alla sua folle, violenta gelosia.

Per questo, la scorsa notte, un cittadino albanese di 56 anni è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Barberino Tavarnelle con le accuse di tentato omicidio e maltrattamenti in famiglia. L'aggredito è in gravi condizioni.

I militari, insieme ai colleghi del radiomobile e della stazione di San Casciano Val di Pesa, hanno risolto il caso in poche ore. Prima sono intervenuti per la brutale aggressione ai danni del cognato, un connazionale di 50 anni rimasto gravemente ferito per i fendenti vibrati con un coltello a serramanico dall'aggressore.

Quindi si sono gettati sulle tracce dell'aggressore, lo hanno rintracciato, bloccato e infine hanno ricostruito come l'uomo, poco prima, avesse costretto la moglie a subire violenze psicologiche e minacce, tali da impedirle di chiedere aiuto e da costringerla a fuggire dall’appartamento.

Per questo il 56enne era corso, coltello in pugno, a casa del cognato: sospettava che la moglie si fosse rifugiata proprio lì.

Adesso l'uomo si trova in carcere a Sollicciano mentre il connazionale, dapprima ricoverato all’ospedale di Poggibonsi, è stato in seguito trasportato con l'elisoccorso al policlinico fiorentino di Careggi per delle complicazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento