Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Careggi

Il Tar 'condanna' le suore del convento di Santa Marta: "Quel pollaio è un abuso edilizio"

Contenzioso con Palazzo Vecchio. La vicenda risale al 2013

Foto di repertorio

Una vicenda di presunti abusi edilizi ha coinvolto in un braccio di ferro col comune di Firenze e visto sconfitte davanti al Tar, le suore benedettine del convento trecentesco di Santa Marta, sulle colline di Careggi.

Oggetto della contesa, spiega La Repubblica Firenze, un pollaio, una limonaia e due tettoie "stagionali" tirate su quarant'anni fa, dove si trovano le caldaie e dove le suore ripongono le piante d'inverno.

Novoli, trasforma l'ufficio in appartamento da affittare: denuncia e sequestro

Strutture per le quali le monache avevano inoltrato richiesta di sanatoria: la Soprintendenza, però, ha dato parere contrario, così Palazzo Vecchio non ha potuto far altro che ordinare la loro rimozione. Ma le religiose non si sono arrese, spiega ancora La Repubblica Firenze e sono ricorse al Tar.

I giudici però hanno dato ragione al Comune: i manufatti sono incompatibili con i vincoli paesaggistici e quindi da abbattere. Le suore meditano il ricorso al Consiglio di Stato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Tar 'condanna' le suore del convento di Santa Marta: "Quel pollaio è un abuso edilizio"

FirenzeToday è in caricamento