rotate-mobile
Cronaca

Stop all'incubo traffico: l'A1 tra Firenze sud e Scandicci torna a tre corsie

Termina la fase a maggiore impatto sulla viabilità cittadina dei lavori di ammodernamento delle gallerie lungo l'Autostrada verso Bologna. I cantieri lavoreranno solo di notte

Dalle ore 6 il tratto fiorentino dell'A1, quello dell'autostrada del Sole compreso tra Firenze sud e Scandicci in direzione Bologna, di giorno torna pienamente disponibile su tutte le corsie "risolvendo in via definitiva l'impatto generato dai cantieri sulla circolazione". Lo ha annunciato Autostrade per l'Italia. La viabilità, in pratica, viene ripristinata nei giorni feriali (dal lunedì al venerdì) dalle 6 alle 22.

I lavori per il consolidamento delle gallerie Pozzolatico, Brancolano, Lastrone e Melarancio, a cui "si aggiungeranno quelle di adeguamento impiantistico alla normativa antincendio", a partire da oggi "proseguiranno esclusivamente in orario notturno: dalle 22 alle 6 e, in via continuativa, durante i weekend del 27 e 28 novembre e del 18 e 19 dicembre, dalle 22 di venerdì alle 14 di domenica, "periodi nei quali, in relazione ai ridotti volumi di traffico, non si prevedono turbative significative".

Cantieri Gallerie A1: sopralluogo Comune-Regione-Autostrade per verificare l'avanzamento lavori

Gli interventi di ammodernamento eseguiti nelle quattro gallerie rientrano nel piano di ammodernamento della rete di Autostrade per l’Italia. In particolare, i consolidamenti realizzati sono stati definiti sulla base del “piano di assessment” varato in condivisione con il ministero delle infrastrutture e della mobilità - l'ex ministero dei trasporti - nel 2020, che prevede campagne di indagini e prove di laboratorio particolarmente approfondite e svolte con il ricorso alle migliori tecniche disponibili. Le lavorazioni nelle gallerie del tratto cittadino comportano un impegno economico complessivo di oltre 10 milioni di euro, con interventi estesi a circa 50 mila metri quadrati di rivestimento dei fornici.

“Ringrazio tutte le maestranze che hanno lavorato ininterrottamente e con impegno per poter portare avanti le attività nel minor tempo possibile. Il piano di ammodernamento delle gallerie che Autostrade ha avviato su tutta la rete di sua competenza prevede interventi alquanto invasivi che necessitano di essere svolti in continuità e con l’impiego di mezzi imponenti, caratteristiche che richiedono necessariamente la chiusura al traffico dei fornici interessati dai lavori. Per questo ringrazio in modo particolare la Regione Toscana, la città metropolitana di Firenze e i Comuni dell’area del Chianti che ci hanno supportato nelle fasi più invasive di questi cantieri” ha dichiarato Matteo Marvogli, direttore di tronco di Firenze di Autostrade per l’Italia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop all'incubo traffico: l'A1 tra Firenze sud e Scandicci torna a tre corsie

FirenzeToday è in caricamento