Cronaca

Mostro di Firenze dopo 50 anni: le 10 tappe di uno dei più grandi gialli italiani

Il 21 agosto del 1968 furono uccisi Antonio Lo Bianco e Barbara Locci: da allora si è aperto il mistero

22 ottobre 1981: gli omicidi di Stefano Baldi e Susanna Cambi

Stefano Baldi e Susanna Cambi

Il 22 ottobre 1981,  a Travalle di Calenzano vicino a Prato, in località Le Bartoline, lungo una strada sterrata che attraversa un campo, a poca distanza da un casolare abbandonato, furono uccisi Stefano Baldi, di 26 anni, operaio tessile di Calenzano, e Susanna Cambi, commessa di 24 anni. I due giovani, avrebbero dovuto sposarsi entro pochi mesi, avevano cenato a casa di Stefano, quindi erano usciti a bordo dell'auto del giovane. 

La Cambi fu raggiunta e uccisa da cinque colpi, mentre il ragazzo venne colpito quattro volte. La pistola è la stessa dei delitti precedenti. In questo caso l'omicida, per raggiungere la ragazza e compiere l'escissione del pube, fu costretto ad estrarre dall'auto anche il corpo di Stefano. Il corpo della ragazza verrà trovato ad una decina di metri dall'auto, in un canaletto, con la maglia sollevata fino al collo. Il seno sinistro presentava gravi ferite inferte con arma bianca. 

Secondo quanto sostenuto dall'avvocato Nino Filastò, inoltre, poco prima del delitto Susanna Cambi avrebbe fatto capire alla madre di essere pedinata da qualcuno. In una circostanza, mentre guidava l'auto in compagnia della madre, aveva rischiato di provocare un incidente spiegandole che "un tale, il solito" la stava seguendo e che era sua intenzione evitare di incontrarlo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mostro di Firenze dopo 50 anni: le 10 tappe di uno dei più grandi gialli italiani

FirenzeToday è in caricamento