Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

Martedì, 23 Luglio 2024
Cibo

Festa del papà: storia e ricetta delle zeppole di San Giuseppe

E' il dolce tipico del 19 marzo

Il dolce tipico della Festa del papà è la zeppola di San Giuseppe, il santo che si celebra proprio il 19 marzo in occasione della celebrazione di tutti i papà (o babbi come si dice in Toscana). Si tratta di una sorta di bigné fritto ripieno di morbida crema pasticcera e sulla cui sommità svetta un’amarena o una ciliegina sotto spirito. Nonostante sia considerata una pietanza napoletana, le sue origini risalgono addirittura ai tempi dell'antica Roma.

 Il 17 marzo si celebravano le Liberalia, ovvero feste e libagioni in onore delle divinità del vino e del grano. Per omaggiare le divinità Bacco e Sileno, si friggevano nello strutto bollente semplici frittelle di frumento. Poi, però, con l’avvento dell’Imperatore Teodosio II tutto cambiò: lui proibì qualsiasi culto pagano, Liberalia comprese. Ma ormai la tradizione era talmente radicata che le zeppole continuarono a esistere: semplicemente, vennero assimilate dal cattolicesimo, che fissò due giorni più tardi la festa di San Giuseppe. 

Il dolce comincia a prendere la forma che conosciamo oggi intorno al 1700: pare che fossero le monache dello Splendore e della Croce di Lucca o quelle di San Basilio del Monastero di San Gregorio Armeno a prepararle come dolce conventuale. Poi, cento anni più tardi, vennero messe “nero su bianco”: le prime ricette delle zeppole di San Giuseppe risalgono al 1837 ad opera del celebre gastronomo napoletano Ippolito Cavalcanti, Duca di Buonvicino, che le codificò nel Trattato di Cucina Teorico-Pratico.

Ciò che conta, è che questa golosità sia arrivata fino ai giorni nostri. Di seguito la ricetta per fare una dolce sorpresa ai babbi e ai papà in occasione del 19 marzo.

Festa del papà: perché si festeggia il 19 marzo e da dove nasce la parola "babbo"

Ingredienti per circa 6 zeppole

  • 250 gr acqua                                                                   
  • 60 gr burro                                                                        
  •  150 gr Farina di grano tenero “00”                                   
  • 3 uova ( 160 gr Circa)                                                       
  • Un pizzico di sale                                                             
  • Scorza di Arancia/limone  

Ingredienti per la crema

  • 150 gr latte intero
  • 100 gr panna fresca
  • 25 gr amido di mais
  • 3 tuorli d'uovo
  • mezzo baccello di vaniglia
  • scorza di limone

Preparazione

Per realizzare le zeppole si inizia portando sul fuoco un tegame con all'interno l'acqua e il burro , quella che in gergo più tecnico viene chiamata anche pasta Choux o pasta bignè.

Quando il tutto inizia a sobbollire aggiungere la farina a pioggia ( Precedentemente setacciata ).

Mescolare il tutto con un cucchiaio di legno fino a che l'impasto non si sia addensato totalmente.

Si dovrà cuocere l'impasto fino a che non si staccherà dalle pareti intravedendo sul fondo del tegame una leggera patina bianca.

A questo punto si trasferisce il tutto in un contenitore per far raffreddare l'impasto( suggerisco di stenderlo per qualche minuto sul tavolo o sul marmo della cucina per accelerare il processo di raffreddamento). Questo processo si fa per evitare nello step successivo di cuocere le uova con le alte temperature.

Quando l'impasto sarà tiepido andremo ad aggiungere un pizzico di sale ,le scorze di arancia/limone e 1 uovo alla volta fino al totale assorbimento che ci darà un impasto liscio e compatto .

Andremo quindi a porre l'impasto in un sac-a- poche con la bocchetta rigata ( a stella ).

Nel frattempo accendiamo il forno ad una temperatura di 200/210 a seconda della tipologia di esso ( nella modalità ventilata abbiamo uno sviluppo maggiore della zeppola.)

Quindi foderiamo la teglia con la carta da forno e andiamo a formare la base della zeppola con un cerchio di circa 6/8 cm e nuovamente sopra eseguiamo un altro giro per finire la nostra zeppola.

Dopo averle preparate tutte andiamo ad infornare per circa 25/30 minuti ( se possibile gli ultimi 5 minuti aprire leggermente lo sportello del forno per asciugare l'interno della zeppola ). Sfornarle e farle raffreddare .

Per la crema: 

Sul fuoco andiamo a scaldare il latte, la panna la scorza del limone e la vaniglia che precedentemente abbiamo aperto e prelevato la polpa .
A parte andiamo a unire i tuorli con lo zucchero, successivamente l'amido e mescolare il tutto .

Quando sul fuoco i liquidi hanno  raggiunto il bollore eliminiamo la bacca di vaniglia e andiamo ad aggiungere delicatamente a  filo i liquidi nel composto di uova , mescolando e aiutandoci con una frusta.

Dopo questa operazione portare tutto sul fuoco e delicatamente andiamo a cuocere mescolando fino al raggiungimento della consistenza che desideriamo .

Lasciare prima raffreddare il tutto in un tegame e coprire con la pellicola a contatto in frigo per qualche ora..dopo di che inserire in un sac-a poche con bocchetta rigata e andiamo a completare il nostro dolce .

Riempiamo la zeppola all'interno con la nostra crema pasticcera , andiamo a spolverare con dello zucchero a velo e per finire un amarena sciroppata.

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa del papà: storia e ricetta delle zeppole di San Giuseppe
FirenzeToday è in caricamento