Bonus idrico, mille euro per cambiare rubinetti e sanitari

Ecco come ottenere il bonus idrico 2021

Tra le misure più attese quella per le partite iva che potranno godere di un anno bianco: niente contributi previdenziali per chi guadagna meno di 50 mila euro e ha registrato una perdita di fatturato del 33%. Un aiuto per le partite iva anche dall'emendamento che istituisce un ammortizzatore sociale fino a un massimo di 800 euro per chi ha subito una riduzione del reddito di almeno il 50% rispetto alla media dei tre anni precedenti alla richiesta.

Il bonus acqua

Tra le novità più interessanti c'è il bonus acqua: mille euro a famiglia per cambiare i rubinetti e le docce e risparmiare un bene prezioso: bollette meno care e meno sprechi.  Come spiega la presidente della commissione Ambiente della Camera dei deputati, Alessia Rotta, prima firmataria della proposta, 15 milioni di euro saranno destinati al cosiddetto bonus idrico che disporrà per ogni beneficiario di 1.000 euro con cui sostituire i vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto, e potrà acquistare e far installare nuova rubinetteria sanitaria, compresi soffioni doccia e colonna doccia, con apparecchi che limitano il flusso d'acqua. Il bonus prevede che i dispositivi di controllo del flusso di acqua abbiano una portata uguale o inferiore ai 6 litri al minuto mentre i soffioni doccia e colonna doccia debbano avere una portata di acqua uguale o inferiore ai 9 litri al minuto. Il bonus idrico non concorre alla formazione del reddito imponibile e non si rileva ai fini Isee.

Come si accede al bonus

L'erogazione del Bonus sarà chiarita in un decreto successivo, emanato dal Ministero dell'ambiente entro 60 giorni dalla firma della Legge di bilancio, ancora non è chiaro se sarà una detrazione o uno sconto diretto sull'acquisto. Il bonus sarà erogato fino all’esaurimento delle risorse economiche messe a disposizione.

Il bonus filtri

Sempre in tema è arrivato il via libera, nella notte anche all'introduzione del credito d'imposta al 50% per l'acquisto e l'installazione di sistemi di filtraggio dell'acqua potabile. Il bonus filtri arriverà fino a mille euro per le abitazioni private e a 5mila euro per i pubblici esercizi e sarà valido per il 2021 e il 2022 fino all'esaurimento dei fondi pari a 5 milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Toscana: chiusi centri commerciali e supermercati il 1 Maggio

  • Lavastoviglie in casa: come risparmiare in bolletta

  • Subentro e voltura delle utenze domestiche: ecco come evitare brutte sorprese

  • Festa della Mamma: una tavola speciale tra bigliettini e fiori

Torna su
FirenzeToday è in caricamento