Trasloco e ristrutturazioni? Ecco cosa si può fare ai tempi del Covid-19

Nei decreti del Presidente del Consiglio è indicato cosa sia ammesso e cosa vietato in questo tempo di emergenza sanitaria

L'emergenza Coronavirus ha stoppato anche chi stava per cambiare casa o chi stava iniziando a lavorare alla ristrutturazione della propria casa. Nei decreti del Presidente del Consiglio è indicato cosa sia ammesso e cosa vietato in questo tempo di emergenza sanitaria.

In generale il consiglio, poichè non sono mancati casi di denunce o sanzioni, è di effettuare traslochi o riparazioni solo se estremamente necessari, ad esempio se ci si trova in situazioni urgenti come la scadenza di un contratto di locazione, un preavviso di disdetta di un contratto di affitto in seguito all’acquisto di una casa di proprietà, o una disdetta già eseguita di luce, acqua, o gas.

E’ possibile effettuare trasloco durante emergenza sanitaria?

Se il trasloco è indifferibile ed effettuato da una ditta iscritta all’albo trasportatori, questa attività rientra tra quelle consentite. Devono però essere sempre rispettate le prescrizioni dettate dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2020 per quello che concerne l’uso di dispositivi di protezione individuale e la distanza interpersonale.

Si possono effettuare lavori di ristrutturazione?

Il D.P.C.M. 22/03/2020, coordinato con i precedenti, per quanto riguarda l’edilizia consente di effettuare esclusivamente le attività contrassegnate dai codici ATECO, ovvero la classificazione delle attività economiche adottata dall’ISTAT, dal n. 42, lavori di ingegneria civile, e dal n. 43.21.01 al n. 43.29.09 compreso, ovvero quelli di installazione di impianti elettrici, elettronici, idraulici, di riscaldamento, per la distribuzione di gas, ecc.

Quali accorgimenti devono essere adottati per l’esecuzione dei lavori edili?

Per l’esecuzione dei lavori edili consentiti dal D.P.C.M. 22/03/2020 devono essere adottate tutte le cautele di protezione individuali, sia di distanza di interpersonale di almeno un metro, che di DPI quali mascherine e guanti.

Rumori per i lavori dei vicini: come comportarsi?

Se il vicino effettua lavori edili provocando rumori particolarmente fastidiosi in questo periodo di emergenza Coronavirus, cosa si deve fare? I lavori edili permessi in questo periodo (indicati dal D.P.C.M. 22/03/2020) e la loro liceità potrà essere eventualmente valutata dal Gruppo di Polizia Locale. É consentito eseguire i lavori potenzialmente Rumorosi : dalle ore 6.00 alle ore 21.00 – dal 1° aprile a tutto il 30 settembre;  dalle ore 7.00 alle ore 21.00 – dal 1° ottobre a tutto il 31 marzo (fonte Polizia Municipale). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonus idrico, mille euro per cambiare rubinetti e sanitari

  • Covid: fare la spesa al supermercato in sicurezza

  • Calo delle temperature: come proteggere i contatori

  • Natale: la raccolta degli alberi veri di Alia

Torna su
FirenzeToday è in caricamento