Martedì, 28 Settembre 2021
Domotica

Il bonus tv fino a 100 euro: ecco come richiederlo

Ecco come funziona il bonus rottamazione tv

Tra le numerose misure di sostegno economico quest’anno c’è anche il bonus rottamazione tv, che dà diritto fino a 100 euro, e senza Isee, per l’acquisto di un nuovo dispositivo di ultima generazione. Il bonus è per tutti. A differenza dell'incentivo da 50 euro, nessun limite di reddito per il nuovo contributo per acquistare un nuovo televisore in vista del varo nel 2022 dei nuovi standard di trasmissione televisiva.

ll ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti ha firmato il decreto attuativo che rende operativa l’agevolazione. Nessun limite di reddito per ottenere l’incentivo fino a 100 euro per acquistare un nuovo televisore in vista del varo nel 2022 dei nuovi standard di trasmissione.

La rottamazione dovrebbe essere fatta in sede di acquisto del nuovo televisore, consegnando quello vecchio al rivenditore, che al quel punto accorderà lo sconto del 20% (fino a un massimo di 100 euro), sarà poi lo stesso rivenditore a smaltirlo e a riscattare a sua volta il credito fiscale (pari allo sconto accordato) mediante compensazione.

Il bonus sarà disponibile a prescindere dall'Isee, sarà valido anche nel caso di acquisti on-line.

I requisiti

Il bonus arriva fino a un massimo di 100 euro e si traduce in uno sconto del 20% sul prezzo finale di acquisto del nuovo televisore, comprensivo di Iva. Non ci sono limiti di Isee per ottenerlo. Spetta un solo bonus per ogni codice fiscale di persone in possesso dei seguenti requisiti. Si deve presentare il codice fiscale.

  • - la residenza in Italia,
  • - il pagamento in regola del canone Rai,
  • - la rottamazione di un televisore.

Per quest’ultimo requisito si intende la rottamazione di un apparecchio acquistato prima del dicembre 2018 e non compatibile con i nuovi standard di trasmissione.

"Furbetti" avvisati. A prescindere dal tipo di rottamazione i dati relativi all’acquirente verranno inseriti su una piattaforma telematica per accertare l’esistenza dei requisiti (in special modo residenza italiana e canone Rai in regola) da parte del Fisco

Il nuovo bonus tv 100 euro si potrà utilizzare per l’acquisto di un televisore dvb-t2 in vista del varo dei nuovi standard di trasmissione televisiva. Il 1° luglio 2022 si spegnerà il digitale tv ora in uso (il sistema Dvb-T) per passare al digitale televisivo di seconda generazione (il Dvb-T2). Senza televisori adeguati, o senza un decoder ad hoc, gli schermi resteranno bui. Sono considerate obsoleti - e dunque rottamabili - gli apparecchi acquistati prima del 22 dicembre 2018.

Come capire se la tv è di vecchia o nuova generazione?

Non c’è bisogno di consultare la scheda tecnica: basta sintonizzarsi sui canali 200 di Mediaset o 100 di Rai. Qui comparirà una scritta:

  • se comparirà “Test HEVC Main10” la tv non dovrà essere sostituita;
  • se comprarirà “canale non disponibile” sarà necessario procedere con la rottamazione e sostituzione dell’apparecchio;
  • in caso di assenza di scritta, bisogna risintonizzare tutti i programmi. Se lo scherma resta nero, è un apparecchio di vecchia generazione e va sostituito.

Se non si ha intenzione di cambiare la tv, si potrà usare il bonus anche per l’acquisto di un decoder idoneo. Si ha diritto a un solo bonus, anche se si sostituiscono più televisori. Si può procedere all’acquisto della tv online ma solo se lo store ha la possibilità di inserire la firma digitale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bonus tv fino a 100 euro: ecco come richiederlo

FirenzeToday è in caricamento