Caldaie, stufe e camini: attenzione a intossicazioni e gas, ecco come stare al sicuro

Manutenzione ordinaria da parte di personale esperto e l'installazione di rilevatori automatici di monossido di carbonio possono rendere le case più sicure

PREVENZIONE
Per scongiurare situazioni pericolose è bene seguire le norme, operando un’attenta manutenzione e la periodica verifica di tutti gli apparecchi domestici a combustione di gas: caldaie, scaldabagni, stufe, cucine  e caminetti. Nei condomini è importante il controllo di canne fumarie e comignoli, che, durante le giornate particolarmente ventose, possono, se parzialmente ostruite, provocare un ritorno di gas tossici. Controlli che devono essere eseguiti da personale specializzato, con valenza legale.

UNA POSSIBILE SOLUZIONE
La tecnologica fa passi da gigante, ed è riuscita a venire in aiuto della sicurezza, tanto che in commercio esistono dei rilevatori di monossido di carbonio, che al raggiungimento dei valori di soglia suona, e con un forte fischio indica la presenza di monossido di carbonio nell'ambiente. Apparechi chye costano qualche decina di euro, ma che possono salvare delle vite.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: fare la spesa al supermercato in sicurezza

  • Calo delle temperature: come proteggere i contatori

Torna su
FirenzeToday è in caricamento