Psicologia: nel cuore della mente

Psicologia: nel cuore della mente

Rubare immagini dai profili social: la magia nera del furto d'immagine

L'analisi del dottor Loris Pinzani

"L'idea di cambiare in un istante quasi fosse una magia la propria identità e sostituirsi un altro attribuendo a lui quello che una parte di sé vorrebbe esercitare, è talmente diffusa da essere pervasiva al punto che spesso appare questa possibilità. I profili sottratti mediante immagini o veri e propri furti di identità sono da riferire all'invincibile attrazione  di vedere le reazioni altrui senza esporre direttamente sé stesso, nel produrre un dato comportamento.

Al di là degli atti illeciti rivolti ad una convenienza materiale, possibilità attribuire ad altri un'azione è qualcosa che affascina al di sopra di ogni immaginazione, al punto che questo aspetto è talmente radicato da diventare un classico dell’aberrazione del comportamento, motivato dall’osservazione voyeuristica della vittima. Accade così che si prendano le redini di un’identità di cui si comanda il destino, avverando un sogno psichico distorto, quello di vivere le vite altrui imponendo ad esse parte di sé.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Naturalmente tutto questo è ancor più possibile dall'esordio di sistemi di massa in cui diventa attuabile  sostituirsi ad un individuo senza preclusione di genere o di attività.  Esattamente come è facile proporre una controversia sul Web, utilizzando non  sempre o  soltanto i limiti e la forza della ragione ma piuttosto quella dell'opposizione in sé stessa, della critica aggressiva, a cui alcuni si dedicano; esattamente come avviene nel caso dei cosiddetti odiatori, che assumono un  argomento con l’intento di esporre una rabbia di cui spesso sono le prime vittime".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: si torna a salire a causa dei cluster, 2 decessi e 19 nuovi casi 

  • Marina di Castagneto: fiorentino muore dopo un bagno

  • Coronavirus, in arrivo un nuovo Dpcm: stop ai voli, rinvio per le discoteche

  • Entra in funzione 'PagoPA', addio verbale rosa sull'auto: come cambiano le multe

  • Emergenza coronavirus non impatta sul mattone: Firenze città più cara d'Italia

  • Coronavirus, dipendenti senza mascherina: chiuso e multato un supermercato

Torna su
FirenzeToday è in caricamento