Esplode la violenza tra i giovani

A cura di Loris Pinzani

Foto di Jarkko Mänty da Pixabay

Dobbiamo guardare in faccia la realtà e nel farlo non possiamo non vedere che esiste una esplosione di violenza giovanile. Spesso la responsabilità più o meno indiretta viene attribuita ad essere rimasti segregati in casa per il tempo che sappiamo. Direi che la realtà è certamente ben diversa. Si tratta piuttosto dello sfogo di una rabbia nascosta dietro il profilo del lockdown, senza l’espressione continua che ha sempre avuto e che finora ha fatto in modo che non affiorasse interamente. Dobbiamo fare i conti con quello che per tanti anni abbiamo temuto, ossia lo scambiare il proprio valore con quanto si riesce ad osare; quanto si è in grado di affiorare dal gruppo anonimo e grigio. Quel grigiore che ci rende troppo simili a chiunque altro, a meno che non si faccia qualcosa di clamoroso. Così, il valore di esistere viene scambiato con quanto si conta e quello che si vale viene fatto derivare da quanto si è in grado di ribellarsi. A qualunque cosa. Quanto ci si oppone al sistema e lo si infrange, diventa il metro della propria identità. Più si scompiglia il gruppo, più si emerge dal gruppo. Quanto si è in grado di rischiare ed opporsi alle norme è diventato il mezzo per mostrare che si possiede un’identità, che siamo al di sopra di una massificazione da cui si vuole fuggire. Ci si oppone senza sapere a chi e perché, in cambio sì è in grado di “vedersi” e pensarsi differenti da una collettività che ci ha dato meno di quanto per natura ci saremmo aspettati: essere collocati all’Interno di un gruppo in cui esistono regole che consentono di individuarsi, di esistere con e non contro gli altri. Non cerchiamo espedienti o responsabili che siano distanti da una risposta realistica. Accettare di avere un maestro significa che quel maestro esiste, che si mostra e chiedi conto di quello che si è o che si diventa giorno per giorno. Quello che oggi manca. Impossibile nascondersi che questo periodo deriva dal culto della forza, della prevalenza ad ogni costo, che per sua natura non può corrispondere a quello della ragione.

Aggressione al piazzale: gang contro due giovani

Si parla di
Sullo stesso argomento

Esplode la violenza tra i giovani

FirenzeToday è in caricamento