Arte: i tesori di Firenze

Opinioni

Arte: i tesori di Firenze

A cura di Rosanna Bari (Guida turistica qualificata di Firenze)

Chi sono Nata ad Augusta, in Sicilia, da quasi 20 anni vivo a Firenze, culla del Rinascimento. Ho sempre lavorato nel campo dei Beni Culturali, occupandomi di Catalogazione di Beni Archeologici presso la Soprintendenza di Siracusa e Palermo, e di Beni Storico-Artistici a Firenze. Infine, per curare un altro aspetto del mio lavoro, quello della divulgazione, mi sono qualificata come Guida turistica, per poter così trasmettere, a chi mi ascolta, la mia grande passione per l'Arte. Inoltre collaboro con riviste di settore. Contatti cell. 339-1667051 e-mail: rosannabariguida@gmail.com

Arte: i tesori di Firenze

Uffizi: la "Madonna dal collo lungo" nello splendore delle 14 nuove sale

A cura di Rosanna Bari

Nel Maggio 2019 il direttore degli Uffizi Eike Schmidt inaugurò 14 nuove sale incentrate sul dialogo tra due importanti scuole del '500, quella toscana e quella veneta. Sfortunatamente questa nuova esposizione non ebbe il tempo di essere ammirata dai visitatori in quanto, meno di un anno dopo, tutte le attività furono sospese a causa del Covid-19.

A distanza di due anni ecco che gli Uffizi, in un continuo dinamismo, riaprono le porte inaugurando altrettante 14 nuove sale. Quale miglior augurio per questo nuovo inizio? Importanti dipinti di pittori fiorentini, emiliani e romani del '500 e un'anteprima di autoritratti, che erano già presenti in galleria, si stagliano ora contro pareti completamente rinnovate da una forte cromia, per dare risalto e conferire una maggiore carica emotiva. Accanto a loro opere mai esposte, alle quali è stata data una nuova e più intensa espressione. Amplificando la forza pittorica, infatti, i dipinti acquistano un'ulteriore carica attrattiva e comunicativa, capace di cristallizzare lo spettatore in un'estasi quasi mistica.

Nello scenario delle Gallerie degli Uffizi, Maria Vittoria Rimbotti Colonna, presidente dell'Associazione Amici degli Uffizi e della gemella americana Friends of the Uffizi Galleries, rappresenta una figura molto importante per il miglioramento e la crescita del museo, per il prezioso contributo finanziario ai numerosi progetti di restauro e conservazione.

"E' un'emozione grandissima partecipare all'inaugurazione delle nuove sale ed in particolare a quella del Parmigianino, risultato ottenuto grazie anche al nostro contributo". Così afferma la Presidente nell'ammirare il capolavoro dell'artista: la Madonna dal collo lungo.

Realizzata tra il 1534-1540, la Madonna domina il centro della scena mentre tiene sulle ginocchia il Bambino addormentato di un sonno profondo, prefigurazione della sua futura morte. A sinistra un gruppo di angeli adoranti, in basso sulla destra, invece, accanto al Santo col cartiglio, un enigmatico piede di figura rimasta incompiuta a causa della morte prematura del pittore, così come è riportato sul gradino sotto la colonna alle spalle di Maria.


In una raffinata sinuosità di forme estremamente allungate, impreziosito da una ricca cornice, il dipinto spicca su una parete grigio antracite che esalta la bellezza delle figure e l'abilità del pittore, che fu uno dei massimi esponenti del Manierismo italiano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uffizi: la "Madonna dal collo lungo" nello splendore delle 14 nuove sale

FirenzeToday è in caricamento