Arte: i tesori di Firenze

Opinioni

Arte: i tesori di Firenze

A cura di Rosanna Bari (Guida turistica qualificata di Firenze)

Teatro Niccolini di Firenze: il più antico teatro della città

A cura di Rosanna Bari

In Via Ricasoli nel quartiere di S. Giovanni, il teatro che fu dedicato nel 1860 al drammaturgo Giovanni Battista Niccolini (1782-1861) in antico era chiamato il "Teatro del Cocomero", dal primitivo nome della via sulla quale si affacciava. Fondato da un gruppo di nobili che, nel 1644, sotto la protezione di Don Lorenzo de' Medici figlio del granduca Ferdinando I, costituì la Compagnia dei Concordi. La compagnia, nel 1648, si trasforma in Accademia degli Immobili e, nel 1650, affitta e adatta a teatro alcuni ambienti delle case che la famiglia Ughi possedeva in questa zona.

Nel 1651 un gruppo di accademici, mantenendo il nome di Immobili, si trasferì in Via della Pergola da cui prese il nome lo storico teatro. Il nucleo che rimase in Via del Cocomero formò l'Accademia degli Infuocati adottando come simbolo "una bomba accesa" e il motto: A tempo infuocati.

Durante il corso del Settecento il teatro subirà significativi cambiamenti: nasceranno tre nuovi ordini di palchi, di cui un palco reale ospitato al secondo ordine, e la platea assumerà la classica forma a ferro di cavallo tipica del teatro all'italiana, sovrastata da uno scenografico lucernario.

Divenne simbolo di innovazione e modernità quando, nel 1888, fu il primo teatro della Toscana ad essere illuminato elettricamente. Dalla fine degli anni '70, dopo una precedente parentesi in cui fu utilizzato come sala cinematografica, l'attività teatrale riprese ospitando importanti nomi come Vittorio Gassman, Carmelo Bene e Carlo Cecchi.
Nel 1995 però, il teatro cesserà definitivamente la sua attività e questo lo porterà ad essere protagonista, nel 2002, di un'occupazione studentesca contro l'abbandono di importanti edifici destinati alla cultura.

Nel 2006 il teatro viene acquistato da Mauro Pagliai, fondatore della casa editrice Polistampa, con l'intento di ridare nuova vita allo storico spazio e nuovo impulso allo scenario culturale fiorentino. Il restauro, diretto dall'architetto André Benaim, culminerà l'8 Gennaio 2016 con l'inaugurazione che segnerà la rinascita dell'antico teatro.  "Ma una nuova rinascita dopo l'inattività dovuta al Covid-19 - così come afferma Mauro Pagliai - è attesa il prossimo autunno con l'avvio della nuova stagione teatrale, quando si spera potranno riprendere con regolarità i consueti spettacoli teatrali, con la novità di poter ospitare anche importanti eventi musicali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

Teatro Niccolini di Firenze: il più antico teatro della città

FirenzeToday è in caricamento