Arte: i tesori di Firenze

Opinioni

Arte: i tesori di Firenze

A cura di Rosanna Bari (Guida turistica qualificata di Firenze)

Porta Romana

 Il Vecchio Conventino fuori le mura: cuore dell'artigianato fiorentino

A cura di Rosanna Bari

In Via Giano della Bella, nella zona dell'Oltrarno, tra Piazza Tasso e Porta Romana, scopriamo un luogo che racchiude la continuità del passato e che, nel tempo, si è trasformato in una importante realtà dell'artigianato artistico fiorentino. Familiarmente chiamato dagli abitanti del quartiere il "Vecchio Conventino", rappresenta il cuore dell'antica tradizione artigiana della zona di San Frediano.

Al suo interno, nell'antico chiostro impreziosito da un elegante pozzo, si affacciano le botteghe di artigiani che operano nel campo della decorazione, design di borse, tessuti, vetro, design di gioielli, e in altri campi dell'artigianato di qualità.
Nato come monastero fuori le mura nel 1896, fu dedicato a Santa Teresa dall'ordine di clausura delle Carmelitane Scalze. Nel 1917 fu requisito per insediarvi un ospedale militare e, alla fine della guerra, fu restituito alle monache che, date le pessime condizioni in cui versava l'edificio, lo misero in vendita. La chiesa e la foresteria, invece, con ingressodalla parallela Via Villani, furono cedute alle Suore della Madonna della Misericordia.

Nel 1920 l'edificio fu acquistato dalla Fonderia artistica Gusmano Vignali, passando poi la proprietà ad altri privati. Divenuto luogo di frequentazione di artisti e intellettuali, durante la seconda guerra mondiale fu rifugio di partigiani, tra i quali si ricorda Sandro Pertini. 

Dopo la fine del conflitto, la struttura cominciò a connotarsi anche come centro dell'artigianato artistico del quartiere. Nel 1963 il Conventino rischiò di essere demolito per realizzare uno spazio residenziale. Ma, vista la grande importanza dell'edificio per l'economia del quartiere, nel 1975 il Comune decise di acquistare lo stabile per avviare una significativa opera di risanamento. I lavori iniziarono nel 2002, e finalmente il 2009 vide la sua tanto attesa inaugurazione. Da qualche anno, un Caffè letterario completa l'offerta per una maggiore fruizione dello spazio dove, all'ombra di un'antica storia, si racconta di un'importante realtà lavorativa, in cui il valore della creazione artigianale diventa unico e impareggiabile.

Si parla di

 Il Vecchio Conventino fuori le mura: cuore dell'artigianato fiorentino

FirenzeToday è in caricamento