rotate-mobile
Arte: i tesori di Firenze

Opinioni

Arte: i tesori di Firenze

A cura di Rosanna Bari (Guida turistica qualificata di Firenze)

Palazzo Medici Riccardi: l'Adorazione del Bambino nella Cappella dei Magi

A cura di Rosanna Bari

Nel 1444 Cosimo il Vecchio, scartato il sontuoso progetto brunelleschiano, affidò la costruzione del palazzo a Michelozzo, il cui stile si impose come modello di riferimento nell'architettura civile del Rinascimento.

La semplice facciata dell'edificio realizzata in bugnato, evidenzia un'elevazione di due piani intervallati da bifore mentre, all'interno, un elegante spazio aperto è scandito da snelle colonne in pietra serena. Come un prezioso scrigno situato nel cuore della casa, la piccola cappella per la devozione privata occupa uno spazio quadrato, con la scarsella sopraelevata e un pregevole soffitto ligneo intagliato e dorato.

La ricchezza decorativa del soffitto si rispecchia in basso nel pavimento realizzato in marmi pregiati, composti in una elaborata decorazione geometrica e con un'alternanza di bianco, verde e rosso. Nel 1459 Benozzo Gozzoli ne affrescò le pareti con la "Cavalcata dei Magi", interpretati dai membri della famiglia Medici e da importanti personaggi politici a loro vicini, realizzando così una splendida cornice per la pala d'altare con l'Adorazione del Bambino dipinta da Filippo Lippi.

Nel dipinto, Maria è al centro in adorazione di Gesù teneramente appoggiato sul verde prato fiorito, su di loro Dio Padre e la colomba dello Spirito Santo, accanto San Giovannino e San Bernardo di Chiaravalle. Leggibile la firma dell'artista sul manico dell'ascia in basso a sinistra, utilizzata per diboscare il fitto di alberi sullo sfondo e permettere così il diffondersi della luce divina.

Nel 1494, quando la famiglia Medici fu esiliata da Firenze il dipinto, assieme al palazzo, fu confiscato dal nuovo governo. I Medici ritornarono nella loro dimora nel 1512, che rimase di loro proprietà fino alla metà del Seicento quando fu venduta al marchese Riccardi.

Ma le sorti del palazzo e del dipinto mutarono ancora quando, nel 1814, i Riccardi lo cedettero al demanio. Il dipinto fu alienato e oggi appartiene alla Gemäldegalerie di Berlino, mentre nella Cappella dei Magi è esposta una copia realizzata dalla stessa bottega del pittore.

Dal 16 Dicembre e fino al 10 Marzo 2022 il palazzo, oggi sede del Consiglio metropolitano, ospita la mostra "Benozzo Gozzoli e la Cappella dei Magi", dove è possibile ammirare, a completamento di dipinti e documenti, un'installazione multimediale che dà modo allo spettatore di vivere, in chiave moderna, l'emozione di far parte del corteo nel fantastico viaggio a fianco dei Magi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Palazzo Medici Riccardi: l'Adorazione del Bambino nella Cappella dei Magi

FirenzeToday è in caricamento