rotate-mobile
Arte: i tesori di Firenze

Arte: i tesori di Firenze

A cura di A cura di Rosanna Bari (Giornalista pubblicista e guida turistica qualificata di Firenze)

"Anselm Kiefer. Angeli caduti": la grande mostra a Palazzo Strozzi

A cura di Rosanna Bari

Palazzo Strozzi ospita, dal 22 marzo al 21 luglio, la spettacolare mostra su Anselm Kiefer, uno fra i più importanti artisti tra XX e XXI secolo. Kiefer nacque in Germania nel 1945, poco prima della fine della Seconda Guerra Mondiale, subendone, così, le dirette conseguenze: da piccolo, infatti, giocava con le macerie degli edifici distrutti. Per questo motivo, le sue prime opere sono state concepite come una riflessione sulla memoria e la storia della guerra, e sull'eredità emotiva e culturale della Germania.

Mentre, quelle successive, trattano della poetica della vita, della distruzione, della morte e della rinascita, traendo ispirazione dalla religione, dalla storia, dalla filosofia, dai miti e dalla letteratura. Il titolo "Angeli caduti", che fa riferimento alla ribellione di Lucifero e alla schiera di angeli che si oppose a Dio, tema delle due prime opere in mostra, raffigura la caduta dell'intera umanità, oggetto della profonda ricerca dell'artista che, tra installazione, pittura, scultura e fotografia, elabora un viaggio introspettivo sulla natura umana oscillando tra passato, presente e futuro.

Lungo il percorso espositivo, affascinano lo spettatore i monumentali dipinti dalle superfici luminose e dorate, che alludono al sole e alla luce, e su cui si stagliano maestosi girasoli, simbolo del legame tra terra e cielo, vita e morte. Oltre alle venticinque opere esposte, nella grande sala immersiva, attraverso sessanta dipinti irradiati, che ricoprono tutte le pareti e il soffitto, l'artista esplora il tema della distruzione e del decadimento. Le opere, sottoposte ad un lungo periodo di radiazioni, hanno subito una profonda trasformazione mostrandosi, alla fine, in una veste sorprendentemente nuova e bella perchè, anche dalla "distruzione", può nascere arte e bellezza.

Così, nella suggestiva e malinconica atmosfera della grande sala, ognuno trae le sue sensazioni più intime e profonde, cercando di riflettere sulla materia che, sottoposta al processo di distruzione, può trasformarsi in qualcosa di spettacolare, invitando lo spettatore a riflettere sulla fragilità della vita e sul potere creativo dell'arte.

Si parla di

"Anselm Kiefer. Angeli caduti": la grande mostra a Palazzo Strozzi

FirenzeToday è in caricamento