rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Arte: i tesori di Firenze

Opinioni

Arte: i tesori di Firenze

A cura di Rosanna Bari (Guida turistica qualificata di Firenze)

 "Donne in equilibrio 1955-1965": la mostra al Museo Salvatore Ferragamo

A cura di Rosanna Bari

"Sono grata di avere una famiglia unita. Abbiamo condiviso le energie e imparato gli uni dagli altri. L'armonia della nostra famiglia nasce dal rispetto delle opinioni di ciascuno e dall'ascolto reciproco. Mi piace pensare che siamo arterie diverse che portano allo stesso cuore". Questa bellissima frase di Wanda Miletti Ferragamo moglie dello stilista Salvatore Ferragamo, scomparsa nell'ottobre 2018, apre la mostra "Donne in equilibrio 1955-1965" a lei dedicata.

Seguendo un percorso tutto al femminile ricco di foto, video, oggetti, scarpe, abiti e opere d'arte, la mostra analizza la realtà femminile in Italia tra gli anni Cinquanta e Sessanta, anni in cui Wanda ha dato una nuova svolta alla sua vita. Come lei, anche tante altre donne che, a costo di grandi sacrifici, impegnandosi per la prima volta anche in ambiti lavorativi fino ad allora riservati agli uomini, con determinazione hanno saputo creare una solida rete tra la vita familiare e la vita lavorativa, riuscendo a raggiungere il successo e a lasciare un segno indelebile nella nostra storia.Foto Rox Donne in equilibrio-2

Quando nell'agosto del 1960 morì prematuramente Salvatore Ferragamo, la moglie Wanda fu colei che si pose alla guida del famoso brand trasformando, assieme ai figli, un laboratorio artigianale in una casa di moda conosciuta in tutto il mondo, dando continuità all'azienda che il marito aveva fondato nel 1927.
Wanda era nata in Irpinia, a Bonito, lo stesso paese di origine di Salvatore. Quando si sposarono Salvatore era già molto conosciuto, dal loro matrimonio nacquero sei figli: Fiamma, Giovanna, Ferruccio, Fulvia, Leonardo e Massimo. Proiettata nel mondo dell'imprenditoria, dove ha dovuto e voluto mettersi in gioco, Wanda Miletti Ferragamo ha sempre messo al primo posto il suo essere donna e madre. Si era sempre occupata della famiglia e dei figli e non aveva mai lavorato al di fuori di questo ambito che per lei, e le donne della sua epoca, rappresentava la realizzazione. "Ora la famiglia e l'azienda avevano un solo capo, che ero io stessa. Era tutta una sfida per raggiungere l'equilibrio tra la responsabilità di educare i figli e allo stesso tempo imparare il mio nuovo ruolo in azienda. Come vorrei essere ricordata? Soprattutto come mamma, una mamma prestata all'imprenditoria". Nella splendida cornice di Palazzo Spini Feroni, sede della Casa di moda e del Museo Ferragamo, la mostra inaugurata il 20 maggio sarà visitabile fino al 18 aprile 2023.

Si parla di
Sullo stesso argomento

 "Donne in equilibrio 1955-1965": la mostra al Museo Salvatore Ferragamo

FirenzeToday è in caricamento