rotate-mobile
Arte: i tesori di Firenze

Opinioni

Arte: i tesori di Firenze

A cura di Rosanna Bari (Guida turistica qualificata di Firenze)

"All'alba perderò": l'ultimo film di Andrea Muzzi

Intervista di Rosanna Bari

"All'alba perderò", il film scritto, diretto e interpretato dall'attore toscano Andrea Muzzi, uscito a Novembre 2021 è già record di visualizzazioni su Amazon Prime Video. Attore, autore, sceneggiatore e regista, Andrea Muzzi debutta al cinema con Alessandro Benvenuti nelle commedie Benvenuti in Casa Gori e Zitti e mosca, e collabora inoltre con Ugo Chiti, Leonardo Pieraccioni e Massimo Ceccherini.

Il film, che ha superato più di tre milioni di visualizzazioni, mette sotto i riflettori la tematica del fallimento, normalmente vissuto in modo negativo, considerandolo invece come una possibilità costruttiva di crescita e presentato con la leggerezza di una raffinata comicità.
Oltre ad Andrea Muzzi fanno parte del cast Miriam Bardini, Daniele Marmi, Michele Crestacci, Massimiliano Galligani e Alessandro Riccio, con la partecipazione straordinaria di Pupo, Angela Finocchiaro e Paolo Calabresi.

Di solito si parla di successi, come mai puntare invece sul fallimento?
"I miei film partono sempre da un'idea drammatica perché, quando la commedia è solo di intrattenimento, non mi affascina nemmeno come spettatore. E' vero,Foto All'alba perderò locandina-3 si parla sempre di successi, invece paradossalmente il mio film porta in trionfo il fallimento, per mostrarlo non come una catastrofe ma come un semplice ostacolo da superare.

Affrontare in modo positivo gli inevitabili fallimenti è stata sempre la tua filosofia di vita?
Sì, per fortuna questo aspetto ha fatto sempre parte del mio modo di essere. Sin da quando ero bambino da ogni errore ho cercato sempre di trarne un insegnamento.

Oltre al divertimento, quindi, qual è il messaggio che si vuole trasmettere? 
Il film nasconde in sé un grande potere terapeutico che aiuta a far riflettere sull'insuccesso e a ripartire con serenità. Penso che dietro ogni evoluzione ci sia sempre un fallimento, quindi impariamo a fallire perché è di vitale importanza.

Presentato di recente al cinema di Castello, a fine proiezione, durante un coinvolgente dibattito tra pubblico, regista e attori, con molto entusiasmo una spettatrice ha commentato: "Questa sera ci siamo sentiti tutti soggetti cinematografici perché il film racconta la vita di tutti noi, persone normali e non supereroi, che quotidianamente affrontiamo il regolare corso della vita in un'alternanza di deludenti sconfitte e soddisfacenti vittorie".

Le prossime proiezioni sul grande schermo saranno il 21 luglio al cinema Le notti di Cabiria a Scandicci, il 2 agosto come evento di presentazione del 6° Stenterello Film Festival all'Anfiteatro di Villa Strozzi e, a fine agosto in data da stabilire, al Parco dell'Anconella.

Si parla di

"All'alba perderò": l'ultimo film di Andrea Muzzi

FirenzeToday è in caricamento