Salute

Stop alle attività ambulatoriali in 12 presidi ospedalieri toscani

Garantite le visite urgenti, tutte le altre saranno rinviate a data da destinarsi

Dal 6 fino al 15 marzo sarà sospesa l’attività ambulatoriale all’interno dei seguenti presidi ospedalieri: Santa Maria Nuova, San Giovanni di Dio, Santa Maria Annunziata di Firenze, Ospedale Mugello di Borgo San Lorenzo, Serristori di Figline Valdarno, Santo Stefano di Prato, San Jacopo di Pistoia, PIOT di San Marcello Pistoiese, S.S. Cosma e Damiano di Pescia, San Giuseppe di Empoli, San Pietro Igneo di Fucecchio e Ospedale degli Infermi di San Miniato. 

Una misura preventiva che si inserisce all’interno delle ultime disposizioni ministeriali e regionali per una corretta gestione dell’emergenza coronavirus. 

Pertanto le prestazioni già programmate saranno rinviate a data da destinarsi, eccetto quelle individuate indispensabili dal Medico di Famiglia (urgenze cliniche e fast track) e dallo specialista di riferimento (follow up e controlli). Gli operatori sanitari contatteranno direttamente i singoli utenti per concordare un nuovo appuntamento. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop alle attività ambulatoriali in 12 presidi ospedalieri toscani

FirenzeToday è in caricamento