Martedì, 19 Ottobre 2021
Salute

Stop ai tamponi gratis alla stazione: chiude la struttura della Croce Rossa

Come da programma il 30 settembre è l'ultimo giorno di tamponi gratis a Firenze

Dal 30 settembre non sarà più possibile fare tamponi gratis a Firenze. Come da programma, la postazione della Croce Rossa, fuori dalla stazione Santa Maria Novella, chiuderà insieme alle altre sedi di Roma, Milano, Bari, Bologna, Cagliari, Palermo, Reggio Calabria, Torino, Venezia, Genova e Napoli.

Il progetto è finanziato dall'Unione Europea ed è stato realizzato in collaborazione con FS Italiane, ci hanno lavorato oltre 1200 volontari e 325 operatori sanitari garantendo uno screening di massa capillare che ha raggiunto in modo trasversale la popolazione, in particolare le fasce meno abbienti.

A Firenze in 5 mesi di lavoro ha garantito l’operatività 7 giorni su 7 con 55.399 tamponi rapidi effettuati (27524 donne, 27875 uomini), 550 positività precoci individuate. Questi i dati estrapolati all’intento del progetto "Increasing Covid19 Mobile Testing Capacities", finanziato dalla Commissione Europea e gestito dalla Federazione internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa con l’intento di potenziare l'attività di screening della popolazione più vulnerabile nei Paesi maggiormente colpiti dall'emergenza sanitaria da Covid-19, tra cui l'Italia. Un successo reso possibile grazie al lavoro inarrestabile dei nostri volontari CRI e del personale sanitario medico e infermieristico coinvolto in tale attività.

Lo scopo del progetto

Il progetto ha avuto come obiettivo quello di rafforzare le capacità dei Paesi Europei di tracciare il Covid-19 attraverso l’incremento del numero di tamponi rapidi effettuati gratuitamente. I costi sono stati sostenuti dalla Croce Rossa Italiana grazie al contributo della Commissione Europea (Direzione Generale per la Salute e la Sicurezza Alimentare) che, attraverso un accordo con la Federazione Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, ha destinato importanti risorse alle attività di screening in sette Paesi europei (Austria, Germania, Grecia, Italia, Malta, Portogallo e Spagna) effettuate dalle rispettive Società Nazionali della Croce Rossa.

“Ancora una volta la rete internazionale della Croce Rossa ha dimostrato la sua forza e la capacità di essere al fianco dei più vulnerabili. Attraverso questo imponente screening a livello europeo, abbiamo offerto uno strumento in più nella lotta alla pandemia e ci siamo avvicinati anche a tutte quelle persone che vivono forme di marginalità sociale con conseguente difficoltà ad accedere ai servizi sanitari. Voglio ringraziare le centinaia di Volontari e Operatori coinvolti su tutto il territorio nazionale e le Istituzioni che hanno reso possibile il progetto”. Sottolinea Francesco Rocca, Presidente della Croce Rossa Italiana

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop ai tamponi gratis alla stazione: chiude la struttura della Croce Rossa

FirenzeToday è in caricamento