Coronavirus, Toscana: kit di protezione a medici e pediatri

Mascherine, guanti e protezioni facciali distribuite da oggi a medici e pediatri di famiglia e alle guardie mediche

Mascherine, guanti e protezioni facciali in distribuzione da oggi a medici e pediatri di famiglia e ai medici di continuità assistenziale (guardia medica). Con decisione assunta dall’unità di crisi regionale, su mandato del presidente Enrico Rossi, Estar (Ente di supporto tecnico-amministrativo regionale) ha provveduto ad acquisire e organizzare la consegna ad ogni medico di medicina generale, pediatra di famiglia e medico di continuità assistenziale (2.577 medici di medicina generale, 422 pediatri, 703 medici di continuità assistenziale dislocati su tutto il territorio toscano) di un kit di prodotti di protezione necessari per svolgere la propria attività in questa situazione di emergenza.

Il kit è composto da mascherine in TNT (tessuto non tessuto), guanti e protezione facciale per un totale di 3.700 protezioni facciali, 37.000 mascherine e 370.000 guanti.

Il materiale sarà consegnato direttamente ai singoli ambulatori dei medici e nel caso di difficoltà nella consegna, in luoghi indicati dalle Aziende sanitarie di competenza dei medici.

La consegna dei kit è iniziata oggi e si concluderà entro la fine della settimana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio in centro: scooter in fiamme / FOTO 

  • Baby K a pranzo al circolo: "Adora la cucina toscana" / FOTO

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Coronavirus: gita in Sicilia, focolaio nel Chianti

  • Cosa fare nel fine settimana a Firenze

  • Viabilità: A1, chiudono l’uscita Firenze Scandicci e il parcheggio di Villa Costanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento