Ora solare: possibile jet lag di 5 giorni

Più sensibili al cambiamento bambini e anziani

Tra il 24 e il 25 ottobre le lancette saranno spostate un'ora indietro, dalle 03 alle 02, facendoci guadagnare un'ora di sonno, ma avremo giornate più corte. L'ora solare resterà attiva fino alla notte fra sabato 27 e domenica 28 marzo 2021, quando entrerà in vigore l'ora legale.

Il Cnr attraverso lo spazio di informazione "Il Cnr risponde" dedicato alle principali questioni di attualità nel corso del quale gli esperti dell'Ente mettono a disposizione del pubblico la propria conoscenza con pillole video di due minuti e un linguaggio semplice e diretto, dice che "il cambiamento, seppur minimo porta il nostro organismo - nel suo insieme di corpo e mente - a dover affrontare un mini jet lag e il riassestamento durerà dai quattro ai cinque giorni. Esistono delle categorie di soggetti più sensibili a questo cambiamento, come i bambini e gli anziani, perché sono soggetti più sensibili ai "marcatempo", cioè gli appuntamenti del quotidiano come l'orario dell'addormentamento e i pasti. Chi ne trarrà giovamento invece saranno i gufi, ovvero i soggetti che tendenzialmente si addormentano tardi nelle ore serali.

La variazione, anche solo di un'ora, nel passaggio all'ora solare, porta ad una modifica della secrezione di ormoni, ad alterazioni della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa.

Fonte Askanews.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani: "La Toscana torna arancione dal 4 dicembre"

  • Coronavirus: Giani preme per anticipare il ritorno in zona arancione (e gialla)

  • Natale: 6 libri ambientati a Firenze da mettere sotto l'albero

  • Coronavirus: nuova ordinanza in Toscana  

  • Coronavirus, Giani: "Toscana arancione da domenica"

  • Ex Panificio Militare: i lavori per la nuova Esselunga slittano ancora

Torna su
FirenzeToday è in caricamento