Giochi e attività per bambini da fare a casa

Uisp Firenze ha messo online il suo archivio di giochi e attività motorie per arricchire l'offerta didattica a distanza nella scuola dell'infanzia e primaria

L’Unione Italiana Sportpertutti Comitato di Firenze mette a disposizione il suo archivio di giochi e attività motorie per arricchire l’offerta didattica a distanza nella scuola dell’infanzia e primaria.

Sulla piattaforma Padlet sono stati caricati schede, immagini e video dedicati al movimento al benessere e alla corporeità e al benessere per i bambini dai 3 anni in su.

“Uisp-Didattica in movimento” è un archivio online che il corpo docente può consultare e utilizzare durante le lezioni via computer. Le attività si possono svolgere tranquillamente in casa in modo che i genitori possano supportare la didattica a distanza delle scuole, portando avanti anche la quotidianità familiare. “È un “contenitore” di facile accesso e utilizzo - sottolinea Chiara Stighi di UISP Firenze -. Tutte le proposte propongono una metodologia “obliqua” basata su stimoli e connessa al saper fare e al piacere di fare. Inoltre, molti giochi ed attività che suggeriamo, sono da realizzare con materiali poveri e di riciclo, un’occasione per spiegare l’importanza di riutilizzare materiali come i giornali, la carta, i vasetti e le lattine che oltre ad essere di facile reperibilità anche in questo momento, sono abbondanti e facilmente trasformabili, non solo simbolicamente ma anche fisicamente”.

La piattaforma Uisp è un prezioso alleato per consentire ai bambini di giocare e di mantenersi attivi sia sotto il profilo fisico che mentale in questo periodo di quarantena. L’archivio si arricchisce di giorno in giorno di nuovi contenuti: giochi, filastrocche, girotondi e tutte quelle attività pensate per i bambini. “In questo triste momento i più piccoli sono privati anche della libertà di muoversi come vorrebbero e, con i nostri giochi li invitiamo a saltare, strisciare, tenersi attivi il più possibile ogni giorno e divertirsi con il proprio corpo, da soli e con i propri familiari. È facile far sorridere un bambino con una palla o semplicemente con una bella corsa, noi adulti non dobbiamo dimenticarlo” conclude Stighi. QUI è possibile vedere tutto il materiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le espressioni che solo un vero fiorentino riesce a capire

  • 10 modi di dire fiorentini che dovresti conoscere

  • 15 Ghost-Town della Toscana che dovreste visitare

  • I veri nomi fiorentini e toscani

  • La vera ricetta della cecina

  • Come cucinare il lampredotto alla fiorentina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento