Giochi e attività per bambini da fare a casa

Uisp Firenze ha messo online il suo archivio di giochi e attività motorie per arricchire l'offerta didattica a distanza nella scuola dell'infanzia e primaria

L’Unione Italiana Sportpertutti Comitato di Firenze mette a disposizione il suo archivio di giochi e attività motorie per arricchire l’offerta didattica a distanza nella scuola dell’infanzia e primaria.

Sulla piattaforma Padlet sono stati caricati schede, immagini e video dedicati al movimento al benessere e alla corporeità e al benessere per i bambini dai 3 anni in su.

“Uisp-Didattica in movimento” è un archivio online che il corpo docente può consultare e utilizzare durante le lezioni via computer. Le attività si possono svolgere tranquillamente in casa in modo che i genitori possano supportare la didattica a distanza delle scuole, portando avanti anche la quotidianità familiare. “È un “contenitore” di facile accesso e utilizzo - sottolinea Chiara Stighi di UISP Firenze -. Tutte le proposte propongono una metodologia “obliqua” basata su stimoli e connessa al saper fare e al piacere di fare. Inoltre, molti giochi ed attività che suggeriamo, sono da realizzare con materiali poveri e di riciclo, un’occasione per spiegare l’importanza di riutilizzare materiali come i giornali, la carta, i vasetti e le lattine che oltre ad essere di facile reperibilità anche in questo momento, sono abbondanti e facilmente trasformabili, non solo simbolicamente ma anche fisicamente”.

La piattaforma Uisp è un prezioso alleato per consentire ai bambini di giocare e di mantenersi attivi sia sotto il profilo fisico che mentale in questo periodo di quarantena. L’archivio si arricchisce di giorno in giorno di nuovi contenuti: giochi, filastrocche, girotondi e tutte quelle attività pensate per i bambini. “In questo triste momento i più piccoli sono privati anche della libertà di muoversi come vorrebbero e, con i nostri giochi li invitiamo a saltare, strisciare, tenersi attivi il più possibile ogni giorno e divertirsi con il proprio corpo, da soli e con i propri familiari. È facile far sorridere un bambino con una palla o semplicemente con una bella corsa, noi adulti non dobbiamo dimenticarlo” conclude Stighi. QUI è possibile vedere tutto il materiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Toscana boom di nuovi casi, sono 1.374 nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus: Giani dice sì alle zone rosse in Toscana, "dove le varianti sono più gravi"

  • Crisi Coronavirus: chiude Moreschi, alta moda calzaturiera

  • Coronavirus, l'impennata di casi fa paura: parte della Toscana rischia la zona rossa

  • Tramvia, presentata la linea 4.1 Leopolda - Piagge. Nardella: "Sfida è inaugurarla entro il mandato"

  • Protesta degli antagonisti in centro: “Basta mi trasferisco”

Torna su
FirenzeToday è in caricamento