Pitti Uomo 95: la scarpa che si collega allo smartphone | FOTO

La scarpa si collega al telefono e può essere personalizzata con scritte e disegni

Generation +

Avete mai desiderato che le vostre scarpe fossero intelligenti? Con Generation + ci stiamo avvicinando sempre di più alla scarpa del futuro. Queste sneakers infatti si possono connettere allo smartphone tramite bluetooth: basta semplicemente acquistare le scarpe, scaricare l'app (il download è gratuito sia su Apple Store che su Play Store) e dare libero sfogo alla creatività. Attraverso l'app è possibile scrivere, disegnare e realizzare graffiti che saranno poi visibili - come per magia -  sulla linguetta della scarpa (volendo anche a ritmo di musica).

Le altre scarpe de La Societè sono realizzate in Italia, mentre queste sono made in China poichè la tecnologia che permette la connessione telefono-scarpa è si trova solo nel Paese del Dragone.

Il superdivo Patrick Dempsey infiamma la rassegna

Generation + ha modelli per adulti - che arrivano fino al numero 45 - (119 euro), e per bambini - dal numero 36 - (al costo di 99 o 109 euro) e sono acquistabili nei migliori negozi di moda (a Firenze ad esempio si troveranno da Soft in via Tornabuoni 17r e da Flow Run in piazza Strozzi, 16), per il momento non sono acquistabili on line. A breve il lancio del sito internet.

Le informazioni utili per vivere al meglio Pitti

Tutti gli eventi in programma

5 eventi da non perdere

I vip in città

Le modifiche alla viabilità

Le 4 sfilate più attese

Gli eventi aperti a tutti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: Giani preme per anticipare il ritorno in zona arancione (e gialla)

  • Natale: 6 libri ambientati a Firenze da mettere sotto l'albero

  • Coronavirus, Giani: "Toscana arancione da domenica"

  • Toscana zona arancione: cosa cambia da domenica 6 dicembre

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 3 dicembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Ex Panificio Militare: i lavori per la nuova Esselunga slittano ancora

Torna su
FirenzeToday è in caricamento