Attualità

Muti chiede a Mattarella il ritorno delle spoglie di Cherubini in Santa Croce

Lo ha detto a conclusione del concerto del Maggio Musicale

Riccardo Muti si è rivolto direttamente al Presidente della Repubblica attraverso le telecamere del Tg3 Toscana con accalorate ed efficaci parole: “Signor Presidente Mattarella, lei che è un grande,  mi dia una mano, mi dia una mano per riportare Cherubini a Firenze!”.

E' quanto detto dal maestro a conclusione della Missa defunctorum per soli, coro e orchestra, che ha diretto ieri sera alla testa dell’Orchestra Cherubini, da lui creata e formata e del Coro della Radio bavarese per il Festival del Maggio Musicale. 

Da anni il maestro è impegnato affinché le spoglie di Luigi Cherubini, attualmente al cimitero Père-Lachaise di Parigi, possano essere traslate in un monumento sepolcrale che ricorda il grande compositore nella basilica di Santa Croce a Firenze, così come Cherubini stesso avrebbe desiderato.

Se ciò avverrà, il maestro dirigerà coi complessi del Maggio Fiorentino, in Santa Croce,  il solenne Requiem che Cherubini scrisse per sé stesso. Il maestro poi ha ringraziato anche Firenze, la città dove sono nati i suoi figli e “da dove è partita tutta la sua strada”.

Prima del concerto, il maestro ha  incontrato con il sovrintendente del maggio Cristiano Chiarot, le discendenti del compositore Cherubini, Irene Sanesi presidente di Opera di Santa Croce e il prefetto di Firenze Laura Lega che aveva già inoltrato al Presidente della Repubblica l’appello delle discendenti per il rientro a Firenze delle spoglie del compositore loro avo. 

Il Presidente della Repubblica ha promesso e manifestato, rispondendo alla richiesta, il suo sostegno. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muti chiede a Mattarella il ritorno delle spoglie di Cherubini in Santa Croce

FirenzeToday è in caricamento