rotate-mobile
Attualità

«Robertooo!», 20 anni fa l’Oscar a Benigni

Il 21 marzo 1999 il regista e attore toscano veniva premiato con tre statuette per “La vita è bella”, che vinse nelle categorie di miglior film straniero, miglior attore protagonista e per la colonna sonora scritta da Nicola Piovani

Uragano Benigni

Tra i premiati ci furono anche James Coburn come miglior attore non protagonista in “Affliction”, e Judi Dench conquistava una statuetta grazie alla sua interpretazione della regina Elisabetta I in “Shakespeare in love”. 

John Travolta presentò un omaggio a Frank Sinatra, Spielberg commosse la platea ricordando il compianto Stanley Kubrick, venuto a mancare pochi giorni prima, ma il momento più rappresentatitvo della 71° edizione degli Oscar, anche a distanza di vent’anni, resta la premiazione di Benigni.

Dopo aver aperto la busta dove “La vita è bella” vinceva l’Oscar come miglior film straniero, il nome del regista venne annunciato dal commosso e amichevole grido di Sophia Loren che esclamò “Robertooo!”. 

Per la prima volta nella storia dell'Academy, un premiato raggiunse il palco saltando sulle poltroncine rosse, aiutato da Steven Spielberg in questo estemporaneo numero da equilibrista. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Robertooo!», 20 anni fa l’Oscar a Benigni

FirenzeToday è in caricamento