Attualità

Covid-19, "Chiama i tuoi nonni": l'iniziativa per far sentire meno sole le persone anziane

A Firenze e San Casciano i nipoti sono invitati a chiamare nonni e parenti per farli sentire meno soli

Il sindaco Roberto Ciappi invita i cittadini, soprattutto i più giovani, ad entrare in contatto telefonicamente con familiari e conoscenti che soffrono l’isolamento. Basta una telefonata al giorno per farli sentire meno soli

Il sindaco di San Casciano Roberto Ciappi ha lanciato questa iniziativa sui suoi canali social invitando tutti a mettersi in contatto con nonni, parenti, persone care anziane e non per farle sentire meno sole. "Ciao nonna, come stai?". Basta una telefonata per sentirsi più vicini nel momento in cui le misure restrittive, stabilite dal governo per contenere e prevenire il contagio del Coronavirus, impongono una regola che non deve essere disattesa, se non per motivi di stretta necessità: restare a casa.

“Chi avverte maggiormente il peso di questa chiusura forzosa – dichiara il sindaco Roberto Ciappi - è la persona anziana che costruisce la routine della giornata intorno alle proprie abitudini, necessarie ad aumentare il senso di autonomia e sicurezza. Purtroppo, fino a quando l’emergenza non sarà definitivamente archiviata, le azioni che normalmente compiamo non hanno alternative, devono essere riprogrammate in funzione esclusiva del rispetto delle norme ministeriali di contrasto alla diffusione del Covid-19”.

Questa iniziativa è stata accolta anche dal sindaco di Firenze Nardella che durante un'intervista a Un giorno da Pecora, programma radiofonico di RaiRadio1 ha annunciato che anche a Firenze è stata lanciata l'iniziativa "per spingere i ragazzi giovani a chiamare i propri nonni, anche per dieci minuti. Ogni nipotino italiano faccia una chiamata al giorno ai propri nonni”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid-19, "Chiama i tuoi nonni": l'iniziativa per far sentire meno sole le persone anziane

FirenzeToday è in caricamento