menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Davide Cerullo (foto da Fb)

Davide Cerullo (foto da Fb)

Mafie: ieri camorrista, oggi educatore. A Rifredi la storia di riscatto di Davide Cerullo

Giovedì 20 febbraio in via delle Panche incontro con l'autore di "Diario di un buono a nulla" organizzato dalla cooperativa Eda Servizi

Da camorrista ad educatore di bambini, in mezzo una vita fatta di errori ma anche di riscatto. Raccontare Scampia e la malavita è difficile se non l'hai vissuto e a Davide Cerullo, che da lì proviene, riesce bene soprattutto perché conosce quello che di buono esiste nelle Vele.

Dopo un'infanzia difficile ed essere stato arruolato giovanissimo dai camorristi, oggi Davide Cerullo ha una vita nuova: non ha lasciato Scampia e qui ha  fondato l'associazione "L'Albero delle storie" che promuove progetti educativi per bambini e le loro famiglie.Oggi l'ex camorrista è un autore di successo, ma soprattutto un educatore che vuole aiutare i bambini a non fare i suoi stessi errori e a schivare le sirene della camorra attraverso la creatività e la cultura.

Eda Servizi, cooperativa aderente al Consorzio Co&So, occupandosi di cultura è entrata in contatto con Davide e ha creduto fosse una grande opportunità poterlo conoscere meglio. Così è nato l'incontro, moderato dal giornalista Stefano Fabbri, per conoscere lui e la sua straordinaria esperienza di vita attraverso il libro "Diario di un buono a nulla". L'appuntamento è per giovedì 20 febbraio, alle 21, presso il chiostro di via delle Panche 79, a Rifredi.

"Un incontro a cui teniamo particolarmente  per il forte messaggio di umanità che porta con sé. Esperienze di vita come quella di Cerullo valorizzano il lavoro di educatore da ogni punto di vista, lo rende patrimonio comune e dalla forte valenza sociale. Lavorare in luoghi di frontiera, con un passato pesante sulle spalle, investendo sui bambini è il segno di speranza più bello per il futuro. La sua capacità di raccontare, rende la narrazione un potente strumento comunicativo e al tempo stesso educativo" commenta la presidente di Eda Servizi, Francesca Caderni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento