Attualità

Covid: Toscana verso la zona gialla. Chi riapre e cosa si potrà fare

Bar e ristoranti riapriranno alle consumazioni ma solo all’aperto, anche a cena.Via libera anche a musei, cinema e teatri. In modo contingentato. Ecco cosa cambia

Da lunedì prossimo, trend dei contagi permettendo, la Toscana potrebbe nuovamente rientrare in zona gialla, come auspicano in molti. Ecco cosa cambierà, in base al nuovo decreto Draghi, qualora il "giallo" venisse confermato per la nostra regione.

Spostamenti

Nelle zone gialle, fino al 15 giugno sarà consentito un solo spostamento al giorno per andare a trovare parenti e amici, tra le 5 e le 22, in massimo 4 persone (oltre ai minori sui quali si esercita la responsabilità genitoriale). Lo spostamento nelle zone gialle dovrebbe essere consentito sia all’interno della regione sia tra regioni dello stesso colore.

Scuola

In giallo, superiori in classe almeno al 60%. Le scuole superiori potranno adottare “forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica” affinché sia garantita, in zona rossa, la presenza “ad almeno il 50% e fino a un massimo del 75%, della popolazione studentesca”, mentre in zona gialla e arancione la didattica in presenza deve essere garantita “ad almeno il 60% e fino al 100% della popolazione studentesca”. Le disposizioni “non possono essere derogate da provvedimenti dei presidenti delle Regioni” salvo casi di “eccezionale e straordinaria gravità” dovuti al Covid.

Bar e ristoranti

Dal 26 aprile "nella zona gialla sono consentite le attività dei servizi di ristorazione con consumo al tavolo esclusivamente all’aperto, anche a cena".

Riaperture: Governo Draghi approva nuovo decreto

Dal primo giugno, "nella zona gialla, le attività dei servizi di ristorazione sono consentite anche al chiuso, con consumo al tavolo, dalle 5 alle 18".

Calcetto e piscine

Dal 26 aprile, in zona gialla, "consentito lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e di contatto". Vietato invece usare gli spogliatoi. Dal 15 maggio, in zona gialla, "consentite le attività di piscine all’aperto". Dal 1° giugno, in zona gialla, "sono aperte le palestre".

Stadi

Dal primo giugno, in zona gialla, "ripartono eventi e competizioni di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale, riguardanti gli sport individuali e di squadra".

La capienza consentita "non può essere superiore al 25 per cento di quella massima autorizzata e, comunque, il numero massimo di spettatori non può essere superiore a 1.000 per impianti all’aperto e a 500 per impianti al chiuso".

Cinema, musei e teatri

Dal 26 aprile, in zona gialla, "gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, live-club e in altri locali o spazi anche all’aperto sono svolti esclusivamente con posti a sedere preassegnati e a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi, sia per il personale".

Covid: il piano di Draghi per portare l'Italia fuori dal lockdown

La capienza consentita "non può essere superiore al 50 per cento di quella massima autorizzata e il numero massimo di spettatori non può comunque essere superiore a 1.000 per gli spettacoli all’aperto e a 500 per gli spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala".

Università

Università prioritariamente in presenza, in zona gialla e rossa. "Dal 26 aprile 2021 e fino al 31 luglio 2021, nelle zone gialla e arancione, le attività didattiche e curriculari delle università sono svolte prioritariamente in presenza secondo i piani di organizzazione della didattica e delle attività curricolari predisposti nel rispetto delle linee guida e dei protocolli di sicurezza. Nel medesimo periodo, nella zona rossa, i piani di organizzazione della didattica e delle attività curriculari di cui al primo periodo possono prevedere lo svolgimento in presenza delle attività formative degli insegnamenti relativi al primo anno dei corsi di studio ovvero delle attività formative rivolte a classi con ridotto numero di studenti".

Fiere, eventi, terme

Ultimi a riaprire, il 1° luglio, solo in zona gialla, "i centri termali, le fiere e i convegni, i parchi tematici".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid: Toscana verso la zona gialla. Chi riapre e cosa si potrà fare

FirenzeToday è in caricamento