rotate-mobile
Nuove tecnologie

I camaleonti ci salveranno dai cambiamenti climatici? Il nuovo studio rivoluzionario

Una nuova vernice cangiante ispirata alle capacità dei camaleonti cambia colore in base alla temperatura diventa più chiara quando bisogna rinfrescare gli edifici, e più scura quando è il momento di riscaldarli. Potrebbe ridurre considerevolmente i consumi energetici in molte parti del mondo

L’estate va finendo. E con l’arrivo dell’autunno, l’aria condizionata si appresta a lasciare il posto ai termosifoni, che ci accompagneranno anche quest’anno nei mesi invernali. Rinfrescare e riscaldare le nostre case è fondamentale per la salute, ovviamente, ma è anche una delle prime voci di spesa nei consumi energetici. E di conseguenza, un’importante fonte di CO2, almeno fin quando non avremo abbandonato del tutto i combustibili fossili. È possibile trovare un’alternativa? Forse sì, almeno secondo i ricercatori dell’Harbin Institute of Technology: una vernice cangiate ispirata alle incredibili capacità dei camaleonti, infatti, potrebbe rappresentare una strategia a impatto zero per rinfrescare gli edifici nei mesi caldi, e riscaldarli all’arrivo di quelli freddi. 

L’invenzione dei ricercatori cinesi è stata appena presentata sulla rivista ACS’ Nano Letters, e prende effettivamente spunto da alcune specie di camaleonti, che sfruttano la loro capacità di cambiare il colore dell’epidermide per regolare la temperatura corporea. I camaleonti del Namaqualand (Chamaeleo namaquensis), originari dell’Africa sud occidentale, ad esempio, si tingono di grigio chiaro quando le temperature salgono, così da riflettere una quantità maggiore di luce solare e mantenere al fresco il loro organismo. Per diventare invece di un color marrone scuro quando la temperatura esterna scende, in modo da assorbire più facilmente il calore fornito dalla luce solare. 

camaleonte

Pensando a simili sistemi di termoregolazione passiva presenti in natura, i ricercatori cinesi hanno immaginato di fare qualcosa di simile con i rivestimenti che coprono i palazzi delle nostre città. Se, infatti, esistono già oggi materiali e vernici pensati per massimizzare la dispersione, o la ritenzione, del calore grazie al loro colore, nessuno di quelli disponibili è in grado di passare da l’una all’altra modalità. O il colore aiuta a tenere lontano il calore – insomma – o al contrario, cerca di trattenerlo. E a molte latitudini, quindi, risulta controproducente per diversi mesi l’anno. 

La vernice inventata dai ricercatori cinesi è in grado di superare il problema. È composta da una soluzione di microcapsule termocromiche, ovvero microscopiche sfere cosparse di un materiale capace di mutare colore in base alla temperatura. A temperature contenute si presenta di colore grigio scuro, ma una volta raggiunti i 20 gradi circa, inizia a cambiare tonalità, virando verso un grigio più chiaro. A circa 30 gradi di temperatura è così chiara, che riflette circa il 93% della luce solare incidente. 

vernice da camaleonti

Per verificarne l’efficacia, i ricercatori hanno allestito un esperimento, utilizzando delle casette in miniatura dipinte con la nuova vernice termocromica, con una normale vernice bianca, e con una vernice radiante disponibile in commercio per il raffreddamento degli edifici. I risultati hanno dimostrato che la vernice camaleontica ha prestazioni migliori rispetto a tutte le altre alternative sperimentate, sia in inverno (mantenendo l’interno della casetta in miniature più caldo), sia in estate (quando invece le casette dipinte con la nuova vernice sono risultate più fresche della concorrenza). E persino in primavera e in autunno si è dimostrata utile, modificando il suo colore nell’arco della giornata, e passando quindi da un effetto rinfrescante a quello isolante, in funzione della temperatura. 

I suoi inventori assicurano che si tratta di una tecnologia efficiente e soprattutto economica, che potrebbe comportare importanti risparmi energetici in molte regioni del mondo in cui (come in Italia) si sperimentano differenti condizioni di temperatura nell’arco dell’anno. Come sempre in questi casi, staremo a vedere. 

Articolo originale su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I camaleonti ci salveranno dai cambiamenti climatici? Il nuovo studio rivoluzionario

FirenzeToday è in caricamento