Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Fiesole, 75°anniversario dei tre carabinieri martiri / VIDEO - FOTO

I carabinieri si immolarono per salvare la vita a dieci civili destinati alla fucilazione

 

Stamani si è svolta la commemorazione del sacrificio dei tre carabinieri martiri di Fiesole. I carabinieri Alberto La Rocca, Vittorio Marandola e Fulvio Sbarretti, decorati con Medaglia d’oro al Valor Militare, si immolarono davanti al plotone d’esecuzione nazifascista per salvare la vita a dieci civili altrimenti destinati alla fucilazione. 

Le celebrazioni si sono svolte alla presenza del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Giovanni NISTRI, del Sindaco di Fiesole Anna Ravoni e del presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani oltre ai massimi rappresentanti delle forze dell’ordine provinciali e regionali. Non sono mancate le autorità civili cittadine, con i rappresentanti della Città Metropolitana e i rappresentanti della Regione. 

La Messa solenne in Cattedrale è stata celebrata dal Vescovo di Fiesole, Mario Meini, e successivamente il corteo delle autorità è salito al monumento dedicato ai tre carabinieri nel Parco della Rimembranza, dove sono state deposte le corone e dove il Sindaco di Fiesole e il Comandante Generale dell’Arma hanno ricordato il sacrificio dei tre giovani militari.

Nel corso della cerimonia sono stati alla premiati gli studenti vincitori del concorso letterario indetto per la ricorrenza.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FirenzeToday è in caricamento