Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus: gelato e caffè a distanza grazie alle storica buchetta del vino / VIDEO

La gelateria del centro riapre i battenti in totale sicurezza grazie alla buchetta del vino risalente al 1500

 

Torna a "vivere" una delle buchette del vino. Si tratta dell'intercapedine storica di proprietà della gelateria Vivoli. Un salto nel passato possibile a pochi passi da Piazza Santa Croce: le buchette, infatti, venivano utilizzate nel XVII secolo dalle famiglie nobili per vendere il vino di propria produzione senza bisogno di usare l’oste come intermediario. Un'eredità che, in piena emergenza Covid19, consente di mantenere il rispetto del distanziamento sociale.

La gelateria di Via Isola delle Stinche si adatta così ai tempi per clienti e passanti che si fermano incuriositi davanti al locale di Simone Gori. Lui, armato di trombetta, chiede da dietro un muro "Cosa volete?" Ed ecco spuntare dalla piccola fessura caffè, gelato e acqua.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FirenzeToday è in caricamento