Pioli: "Con la Roma ci sarà da soffrire. I miei non devono perdere la spensieratezza"

Il tecnico della Fiorentina ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della partita con i giallorossi in programma domenica alle 18:00 al Franchi

Stefano Pioli

Dopo i due pareggi consecutivi con Cagliari e Torino, la Fiorentina è attesa domani pomeriggio dalla sfida casalinga contro la Roma. Alla vigilia con i giallorossi è intervenuto in conferenza stampa il tecnico viola Stefano Pioli che ha introdotto così la gara ai microfoni dei giornalisti: "La Roma è la prima big che affrontiamo in casa. E' una grande squadra che si è sempre piazzata seconda o terza. Noi nonostante qualche difficoltà nelle ultime partite abbiamo sempre provato a proporre il nostro calcio e domani faremo lo stesso".

A chi contesta qualche calo di tensione di troppo dei suoi Pioli risponde: "Siamo sempre stati in partita in queste prima parte di campionato. L'unico momento in cui siamo stati messi in difficoltà è stato a Torino. Per il nostro gioco e per il tipo di attaccanti che abbiamo, senza giocare bene difficile essere efficaci in fase offensiva. L'aspetto tecnico è importante. Conterà molto domani perché affronteremo una squadra fisica e attrezzata".

Con la Roma ci sarà da soffrire

L'ultimo incrocio tra Fiorentina e Roma evoca ricordi positivi ai viola che sbancarono l'Olimpico con i goal di Benassi e Simeone: "Vincemmo con grande sofferenza. Domani sarà una gara simile. La Roma è una formazione partita per arrivare nuovamente in zona Champions. Non potremo concedere nulla. Domani sarà fondamentale replicare l'approccio di quella partita, con tanti contrasti vinti e palloni intercettati. Ci siamo preparati bene perché la Roma ha grande presenza fisica. E' uno dei loro punti di forza. Dobbiamo stare attenti e bravi a non concedere palle inattive". Il tecnico viola ha chiaro cosa vuole vedere dai suoi: "La Fiorentina deve giocare da Fiorentina. Possiamo mettere in difficoltà gli avversari con le nostre idee e il nostro modo di stare in campo. La squadra ci prova sempre, a volte sono bravi gli avversari a impedirlo ma la voglia di fare la partita non è mai mancata".

Il digiuno degli attaccanti

Anche contro il Torino gli attaccanti sono rimasti a secco di goal: "Non dobbiamo commettere l'errore di farci schiacciare dalla pressione. I ragazzi sono giovani, non devono perdere la loro spensieratezza e voglia di correre. Domani saranno necessarie tante energie. Mi piacerebbe si sbloccassero gli attaccanti, sarei contento per loro ma non è quello l'importante. Nelle ultime due partite siamo stati meno pericolosi rispetto alle nostre possibilità. Dobbiamo migliorare e tornare a proporre quello che abbiamo fatto prima. Ho visto la squadra allenarsi molto bene in settimana, non ci dobbiamo distrarre su queste cose".

Veretout in posizione più avanzata

A determinare la minore efficacia in zona goal di Pioli potrebbe aver contribuito anche l'arretramento nel ruolo di regista di Veretout, elemento sempre pericoloso con i suoi inserimenti offensivi. Non è da escludere l'impiego del francese nella sua posizione originaria di mezz'ala: "Valuto tutte le opzioni. Credo che ci stia mancando solo un po' di pericolosità offensiva ma non la voglia di fare la partita. Credo di avere a disposizione dei giocatori che possono però modificare la propria posizione durante la partita, ad esempio alzare Veretout e spostare un altro centrocampista più basso".
 

Segui la tua squadra in diretta streaming su DAZN.
Il primo mese è GRATIS!

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Meteo

    Allerta meteo: chiusi cimiteri, parchi e giardini, sospeso il mercato delle Cascine

  • Cronaca

    Investito dal treno sui binari: ricoverato in gravi condizioni

  • Cronaca

    Cecchi Gori, ritorno all'Artemio Franchi: “Mettevo il cuore, non solo i soldi” / FOTO

  • Cronaca

    Restauro finito: torna il 'Biancone' / FOTO

I più letti della settimana

  • Festa del papà: perché in Toscana si dice “babbo”

  • Autostrada A1: incidente tra mezzi pesanti, un morto

  • Largo Annigoni, derubati e poi pestati di botte: gravi due giovani

  • Lite al ristorante degenera: cuoco finisce all'ospedale

  • Concorsi pilotati a Careggi: 8 professori interdetti

  • Gossip: la simpatia del ministro Salvini per la figlia di Verdini

Torna su
FirenzeToday è in caricamento