VIDEO \ Pioli: "Contro la Samp gara importante ma non decisiva"

Il tecnico della Fiorentina ha parlato in conferenza stampa in vista della sfida contro i blucerchiati di domenica pomeriggio

 

Archiviata la sosta invernale con il passaggio del turno agli ottavi di Coppa Italia in casa del Torino, la Fiorentina si appresta a ritornare in campo domenica pomeriggio alle 15:00 ospitando la Sampdoria al Franchi. Basta guardare la classifica di Serie A per capire quanto possa essere importante per i viola la sfida di domani, trattandosi di uno scontro diretto con una rivale per il sesto posto in classifica, piazzamento che a fine stagione corrisponde alla qualificazione alla prossima edizione dell'Europa League.

La gara contro i blucerchiati è stata presentata in conferenza stampa dal tecnico viola Stefano Pioli: "Dovremo dare il massimo per vincere - ha detto -. Rispettiamo l'avversario, una squadra allenata da tre anni dallo stesso allenatore che gioca bene a calcio. Lo scorso campionato inseguivamo e poi siamo finiti avanti noi. Dobbiamo ripeterci. La Samp è un avversario diretto ma i punti non sono ancora decisivi. Se finissimo il campionato a 52 punti non sarei contento, dobbiamo fare meglio nel girone di ritorno, è bene cominciare subito col piede giusto".

Un accenno anche al mercato con il tecnico che si è detto contento di Muriel e ha elogiato l'acquisto di Traoré: "La proprietà sta dando segnali importanti. Avevamo parlato di migliorare il reparto offensivo e loro sono stati bravissimi a trovare Muriel. Anche l'acquisto di Traorè dimostra la programmazione, si lavora in prospettiva. Badelj? (dato in uscita dalla Lazio ndr) Sapete quanto siamo legati ma per ora il telefono non ha squillato".

Potrebbe Interessarti

  • Tremendo incidente in Via Baccio da Montelupo: gravi due giovanissimi / VIDEO - FOTO

  • Maxi rissa in Via de' Vanni: finimondo in strada / VIDEO

  • Prostituzione, Novoli quartiere a luci rosse: strade piene di lucciole / VIDEO

  • Peretola: scatta l'allarme, evacuato l'aeroporto / VIDEO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento