Fiorentina, parla Commisso: "Fiero di rappresentare Firenze. Voglio tenere Chiesa ancora un anno"

Il magnate italo-americano ha incontrato i media per presentarsi ufficialmente in qualità di nuovo proprietario del club viola

Rocco Commisso

Si è tenuta nel primo pomeriggio la conferenza stampa di presentazione di Rocco Commisso. Il nuovo proprietario della Fiorentina, che ha rilevato il club dalla famiglia Della Valle, ha incontrato i media nella sala stampa "Manuela Righini" dello stadio “Artemio Franchi” dando ancora una volta sfoggio di grande simpatia e al tempo stesso di essere una persona estremamente pragmatica. "Voglio ringraziare tutta la gente che ha lavorato per me - ha esordito -, gli advisor, JP Morgan, Joe Barone. Nel modo in cui di solito facciamo business non si va così spediti, qui siamo passati dalla lettera d'intenti al closing in pochissimo tempo. Ora mi aspetto che tutti quanti lavorino ancora più veloce per me. Oggi ho parlato con tutti i dipendenti cercando di trasmettere loro questo messaggio, ieri ho incontrato il sindaco. E' un modo di fare business diverso ma so a cosa vado incontro, è un messaggio importante alla città di Firenze".

VIDEO \ I tifosi della Fiorentina allo stadio per salutare Commisso

ll magnate italo-americano ha brevemente ricordato le sue origini: I"Conoscete la mia storia, sono emigrato dagli Stati Uniti dalla Calabria, saluto tutta la gente di Marina di Gioiosa Jonica. Devo tanto al calcio, perché quando ero giovane, grazie ad esso ho potuto pagarmi gli studi. Non sarei stato in grado di arrivarci senza una borsa di studio ottenuta nel 1967. Oltre a giocare anche se non a livello professionistico ho allenato i ragazzi, ho partecipato all'organizzazione delle Olimpiadi del '72, dopo aver costruito il mio business, oggi posso provare a dare qualcosa indietro, a farlo in Italia, il Paese in cui sono nato. L'accoglienza che ho ricevuto qui non me la sarei mai potuta immaginare. A New York nessuno mi riconosce, invece qui già mi fermano ovunque. Ora che sono stato 'gigliato' dal sindaco, sono davvero fiero di rappresentare questa stupenda città in cui venni in vacanza quando avevo soltanto 11 anni".

Il ringraziamento ai Della Valle

"Con tanto rispetto voglio ringraziare la famiglia Della Valle per i sacrifici e gli investimenti e per come ci hanno lasciato la società. Ho provato diverse volte a far loro una proposta per comprare il club, la prima volta nel 2016, poi nel 2018, ma inizialmente non ho ricevuto risposta. Volevo investire in questo settore. Firenze non è stato un ripiego, molte società hanno manifestato interesse a essere rilevate dal mio gruppo ma ho scelto questa città e questa squadra perché sento di poter fare qualcosa di importante. Possiamo ottenere molto con la squadra ma non voglio fare promesse che non posso mantenere. Abbiamo a disposizione fondi, mi piacciono i rischi altrimenti non sarei qui".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Isolotto: il portellone si apre e la bara finisce in strada

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • La migliore caffetteria d'Italia è a Firenze

  • La rinascita della Fortezza: dalla criminalità alla pista di pattinaggio più lunga d'Europa | FOTO

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

Torna su
FirenzeToday è in caricamento