Verso Genoa-Fiorentina, Montella: “A Marassi sarà una battaglia sportiva”

Il tecnico viola ha parlato alla vigilia della sfida contro i grifoni in programma domenica sera alle 20:45. "Siamo ancora in costruzione. In campo con aggressività ed entusiasmo come col Napoli"

Vincenzo Montella

Sconfitta in casa contro il Napoli, la Fiorentina è proiettata verso la sfida in trasferta sul campo del Genoa. Alla vigilia del match di Marassi, il tecnico dei viola Vincenzo Montella è intervenuto in conferenza stampa per fare il punto sul prossimo impegno dei suoi.

“Vorrei che la squadra rispondesse mettendo in campo l’aggressività, l’entusiasmo e il coraggio mostrati contro il Napoli – ha esordito -. Avessimo avuto un pizzico di esperienza in più in materia di partite giocate a certi livelli probabilmente dopo il 3-3 non l’avremmo persa. Entusiasmo e foga ci hanno portato a perderla, ad ogni modo sono rischi che abbiamo messo in preventivo. I nostri giovani ci hanno dato verve e vivacità di cui l’ambiente aveva bisogno”.

Gli ultimi giorni sono stati contraddistinti da operazioni in entrata come quelle di Dalbert e Caceres, e dall’uscita di Simeone: “Abbiamo le idee chiare. Dopo la tournée abbiamo scelto di puntare sui nostri ragazzi, inserendo perlopiù giocatori funzionali con più esperienza che aiutino a crescere i nostri giovani. Più giocatori arrivano e più contento sono, se sono bravi ancora di più. Preferisco avere problemi di abbondanza. CI sono ancora alcuni giocatori indecisi sul futuro ancora, bisogna adattarsi, da allenatore bisogna convivere con queste situazioni”.

Secondo Montella è ancora presto per vedere la sua squadra esprimersi al meglio: “Domani sarà difficile essere la migliore Fiorentina. Il Genoa è una squadra che si è rinnovata con buoni giocatori. Sarà una battaglia sportiva vera: ci vorrà la massima concentrazione”. Tecnico e tifosi viola sperano in un arbitraggio più equo rispetto a quello visto contro il Napoli: “È bello sia stato riconosciuto l’errore, sono stati bravi ad ammettere di essersi sbagliati. Sul rigore di Mertens è stato fatto un errore gravissimo, su quello di Ribery se ne può discutere”.

A proposito di Ribéry: al momento sembra difficile vederlo in campo dall’inizio. “Non è ancora pronto. Già contro il Napoli l’ho forzato. Sicuramente non partirà dall’inizio ma se ci sarà l’opportunità di inserirlo a gara in corso lo farò”. Riguardo agli ultimi due arrivati, invece: “Caceres ha fatto tutto l’allenamento con la squadra, sta bene, o almeno mi sembra stia bene, Dalbert sta benissimo. È sicuramente quello più avanti a livello fisico, credo possa reggere i 90 minuti”.

Montella chiede equilibrio nei giudizi, anche in virtù di una squadra profondamente rinnovata: “Rispetto all’anno scorso ci sono 16 giocatori nuovi e 5 della vecchia guardia. È evidente che siamo in costruzione e che la squadra va completata. Per fortunata il mercato è agli sgoccioli”.

Infine una battuta su Chiesa: “Trovo abbia tutte le caratteristiche e le potenzialità di un campione, fisicamente e tecnicamente. Contro il Napoli mi ha colpito sotto l’aspetto fisico facendo una partita molto intensa e molto aggressiva, cosa che non aveva fatto con il Monza”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo morto nella sua auto: è il genero di Roberto Cavalli

  • Tramvia sovraffollata, la Cgil: “Situazione insostenibile"

  • Via Palazzuolo: completamente nuda semina il panico in strada

  • Aeroporto di Peretola: nuovi voli da Firenze grazie a Vueling

  • Un nuovo spazio verde a Firenze: ecco dove

  • Droga a Greve in Chianti: beccati con 16 spinelli, denuciata coppia

Torna su
FirenzeToday è in caricamento