Fiorentina, Montella: "Contro il Parma ci vorrà lucidità. Iniziamo ad avere una nostra fisionomia"

Il tecnico dei viola è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida del Franchi contro i ducali

Vincenzo Montella

La Fiorentina ha centrato la prima vittoria in rimonta del suo campionato battendo il Sassuolo in trasferta nello scorso turno di Serie A. La squadra di Vincenzo Montella è attesa ora dal Parma nel ritorno in campo al Franchi previsto per domani alle 18:00.

La partita con i ducali è stata introdotta in conferenza stampa dall'allenatore viola: “Siamo tornati da Sassuolo dopo aver ottenuto una vittoria difficile e graditissima. È sta la prima vittoria in rimonta, e non è mai semplice. Domani bisogna iniziare con la stessa voglia della ripresa di mercoledì. Contro il Parma sarà un'altra partita difficile: hanno un punto in meno di noi ma hanno fatto gli stessi nostri gol, subendone appena uno in più. Sarà importante anche il contributo di chi entrerà a gara in corso, spesso le partite si decidono negli ultimi minuti".

A Reggio Emilia la Fiorentina ha fatto a meno di diversi interpreti, qualcuno dovrebbe recuperare domani: "Tornerà Lirola, si è allenato, sta bene. Caceres, invece, non sarà a disposizione". Montella poi si è soffermato a parlare di alcuni singoli: "Vlahovic è un calciatore in grande crescita. Ci puntiamo tanto, ma non bisogna gravarlo di troppe responsabilità. Sottil? È un esterno alto, ma l’ho fatto giocare più basso per non stravolgere la squadra dopo una sconfitta. Col Sassulo non è stato aiutato dalla squadra. Doveva essere più offensivo e avevo impostato un raddoppio con Pulgar. Purtroppo non siamo stati bravi nell’azione del gol. Un po’ come facevamo con Cuadrado e Pasqual, divetava poi un 4-3-3".

Dopo 10 giornate la Fiorentina inizia ad avere una sua fisionomia precisa: "Non pensavamo di essere a questo punto - afferma Montella -  non tanto a livello di classifica, quanto a livello di identità di squadra: C'erano parecchi rischi ma fino ad ora non abbiamo preso imbarcate e nelle ultime sei partite ne abbiamo vinte quattro. Non so se siamo noi la rivelazione, anche il Parma sta facendo bene ma penso anche al Verona, al Cagliari".

Montella è cosciente delle insidie che presenta la sfida con il Parma: "Domani voglio la massima concentrazione e il massimo sostegno. Sarà una partita in cui servirà essere lucidi e incoraggiati. Molto probabilmente non sarà una bella partita dal punto di vista del gioco. Kulusevski? Ora gioca in mezzo: bisogna fare attenzione, è un giocatore importante". In campo con Milenkovic e Pezzella dovrebbe vedersi Ceccherini: "Federico è affidabile, ha più esperienza di Ranieri che però rispetto a lui è mancino. Domani abbiamo 4-5 ragazzi del settore giovanile, con solo Chiesa che ha tante presenze in A".

Non sarà ancora a disposizione Ribéry che a Sassuolo ha scontato la prima delle tre giornate di squalifica rimediate nel post-partita concitato con la Lazio. Il francese, tuttavia, non avrebbe potuto essere ugualmente a disposizione, per un problema fisico: "Non si allena da 7 giorni per un problema al ginocchio che aveva già avuto in precedenza. C’è sempre un perché delle scelte che vengono fatte. Penso che domani o dopodomani tornerà ad allenarsi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente lungo la linea 1: camion si schianta sulla tramvia / FOTO

  • Mick Jagger si trasferisce a Firenze

  • Santa Maria Novella: ragazzina presa a schiaffi e rapinata alla fermata dalla tramvia

  • Natalie Portman, lettera d'amore a Firenze: "La magia delle celle dei frati affrescate a San Marco, il gelato e..."

  • Scosse di terremoto nel Fiorentino

  • Palazzo Vecchio senza soldi, Nardella: “Vado a cercarli in Cina”

Torna su
FirenzeToday è in caricamento