Fiorentina, Iachini sprona i suoi alla vigilia del Sassuolo: "Voglio vedere subito una reazione"

Le dichiarazioni del tecnico viola alla vigilia della sfida con i neroverdi in programma mercoledì sera alle 21:45 allo stadio Artemio Franchi

Giuseppe Iachini

La sconfitta subita in rimonta all'Olimpico con la Lazio ha lasciato amarezza nei giocatori della Fiorentina, per i viola, però, non c'è tempo di rimuginare eccessivamente, essendoci già un'altra in programma domani sera alle 21:45, in casa contro il Sassuolo.

Della sfida con i neroverdi, ha parlato il tecnico dei gigliati Beppe Iachini che a Roma era squalificato e domani tornerà a guidare i suoi dalla panchina: "I ragazzi hanno dimostrato di essere in crescita, di star bene fisicamente - ha detto ai microfoni del sito ufficiale del club -. Tolti i primi minuti col Brescia, serviti a ritrovare il feeling, abbiamo costruito, tirato in porta più di trenta volta, senza però riuscire portare a casa il bottino pieno. A mio parere meritavamo più punti, forse di vincere entrambe le gare, o almeno quattro punti. Valuteremo il recupero di tutti i giocatori prima di decidere chi far giocare contro il Sassuolo".

Contro Brescia e Lazio c'è stata l'opportunità di fare bottino pieno ma alla fine è arrivato un solo punto, uno scenario che può lasciare scorie a livello psicologico: "Dobbiamo reagire in maniera positiva,giocare di gara in gara con personalità. Nel calcio capita di creare senza portare a casa quanto meriti. Sta a noi continuare a spingere come stavamo facendo: ci vorranno ancora più convinzione e cattiveria sotto porta per capitalizzare quanto si fa sul campo. Bisogna reagire nella maniera migliore, cercare di avere la giusta filosofia in casa e fuori".

La partita con la Lazio si è messa male dal rigore dubbio assegnato ai biancocelesti per il presunto contatto tra Dragowski e Caicedo, non esaminato dal VAR. Un episodio che ha sollevato tante polemiche e riportato in auge il dibattito sul VAR a chiamata, come il challenge nel tennis, un argomento su cui si è espresso favorevolmente anche Commisso: "Visto che c’è la VAR, sarebbe un modo giusto di usarla. La tecnologia riduce il livellod’errore e le conseguenti polemiche che possono derivarne. A Roma poteva essere determinante. Credo che verranno fatte valutazioni di questo tipo ma noi dobbiamo pensare solo al campo. Sono episodi da cui siamo già passato e che ci hanno tolto molto ma non dobbiamo crearci alibi, anzi voglio vedere subito una reazione".

La nota lieta della sfida dell'Olimpico è stata la rete che ha impreziosito la prestazione di Franck Ribéry: "È un giocatore di esperienza e personalità, in queste due partite si è visto quanto uno con le sue caratteristiche ci aiuti a farci salire e giocare meglio. Prima d'ora non lo avevo mai avuto. Cercheremo di migliorare ancora, il suo inserimento è positivo. Adesso dobbiamo vedere come gestire la terza partita, sarà sempre così quindi valuteremo sia il suo utilizzo che quello degli altri".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di fronte ci sarà il Sassuolo, società che Iachini conosce bene essendone stato il tecnico nella stagione 2017-2018: "Giocano insieme da un paio di stagioni, non sarà facile. Noi stiamo insieme da meno tempo rispetto a loro, stiamo provando a costruirci il nostro abito. Ci vorranno attenzione e concentrazione, hanno grande organizzazione e giocatori rapidi e di qualità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: si torna a salire a causa dei cluster, 2 decessi e 19 nuovi casi 

  • Rissa in spiaggia, denunciati sei giovani fiorentini

  • Marina di Castagneto: fiorentino muore dopo un bagno

  • Entra in funzione 'PagoPA', addio verbale rosa sull'auto: come cambiano le multe

  • Emergenza coronavirus non impatta sul mattone: Firenze città più cara d'Italia

  • Coronavirus, dipendenti senza mascherina: chiuso e multato un supermercato

Torna su
FirenzeToday è in caricamento