Fiorentina, Iachini: "Contro l'Inter servirà una gara di personalità. Mercato? Aspetto rinforzi"

Il tecnico dei viola è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida di San Siro contro l'Inter, valevole per i quarti di finale di Coppa Italia

Dopo le fatiche di campionato (0-0 con il Genoa nell'ultimo turno di Serie A) per la Fiorentina è già tempo di tornare in campo: domani sera i viola scenderanno in campo a San Siro per i quarti di finale di Coppa Italia contro l'Inter.

Per presentare la gara contro i nerazzurri, ha parlato in conferenza stampa il tecnico dei gigliati Beppe Iachini che ha iniziato analizzando il pari contro i liguri: "Contro il Genoa siamo partiti bene, forse persino meglio di Napoli, poi c'è stato l'episodio del rigore ed è subentrata un po' di paura. Stiamo costruendo, migliorando anche la fase offensiva. Dobbiamo migliorare nelle marcature preventive per praticare il nostro calcio. Ci lavoreremo ma ho visto che la squadra ha provato a vincere fino in fondo, qualche errore dietro lo commettono tutti"

La Fiorentina si troverà alle prese con una situazione abbastanza delicata tra infortuni e squalifiche: "Veniamo da tre partite in una settimana, c'è stato grande dispendio energetico. Oggi vedrò chi mi sembra più fresco. Andremo su un campo difficile contro una grande squadra come l'Inter. Ci vorrà una partita perfetta, di personalità e organizzazione di gioco. Abbiamo due allenamenti per vedere come stiamo. Dietro sicuramente ci saranno Terracciano e Ceccherini, poi in mezzo vedremo".

Su eventuali polemiche arbitrali che hanno visto coinvolti i nerazzurri, Iachini stempera i toni: "Ho grande fiducia. Non ho timore, è una partita importante sia per noi sia per l'Inter. Chi verrà ad arbitrare lo sa. Anche a noi è capitato qualche episodio, penso a Napoli o all'ultima partita col Genoa. Noi non ci lamentiamo e né vogliamo accettare eventuali torti. Ho fiducia negli arbitri, vincerà chi merita, senza condizionamenti".

Con l'obiettivo europeo che potrebbe essere difficile da raggiungere, la Coppa Italia può essere considerata un jolly per la stagione viola: "In quattro partite abbiamo preso 10 punti sulla zona retrocessione, c'era timore, ora continuiamo a lavorare per migliorare ma ci sono dati che ci fanno pensare positivo, la squadra sta crescendo. Ci aspetta una partita difficile, vogliamo ritagliarci delle soddisfazioni a prescindere dalla competizione in cui giochiamo. Ci siamo riusciti con l'Atalanta, ci riproviamo ora con l'Inter. Voglio vedere sempre lo spirito giusto a prescindere da chi scenderà in campo".

Iachini ha poi fatto il punto sulle condizioni fisiche dei suoi.a partire da Castrovilli, che è stato sotto osservazione dopo aver avvertito un leggero malore contro il Genoa: "Gaetano oggi torna al centro sportivo, è stato valutato con report rassicuranti, sosterrà dei test a parte ma non sarà a disposizione. Badelj? Ha avuto un problemino, anche Zurkowski non stava benissimo, devo verificare alcune situazioni. Potrebbe essere una partita anche più lunga di 90'. Bisogna tenere conto anche dell'imponderabile. Chiesa? Sembra abbia recuperato bene, Cutrone stiamo provando a recuperarlo attraverso il gioco, ma ci sarà bisogno di tutti".

Il tecnico ha parlato anche del mercato ancora in svolgimento: "Sono convinto che qualcosa faremo fino alla fine. Ci servono dei rinforzi. Il mese del mercato è tremendo per tutte le squadre, è risaputo. Io ho cercato di dare unità e compattezza tenendo unite le fila. Quello di gennaio è un mercato particolare, la dirigenza è a lavoro".

Fiorentina meglio contro le big: "Ogni partita va preparata in base alle caratteristiche dell'avversario pur pensando a noi stessi. Il campionato è difficile, lo dicono i risultati che sono imprevedibili. Soddisfazione? Sicuramente, ho avuto tante risposte positive, la squadra ha reagito alle mie indicazioni, stiamo giocando un calcio più verticale, mi è dispiaciuto solo per i due punti persi a Bologna".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine Iachini ha risposto a proposito dell'Inter: "Rispettiamo i nostri avversari, l’Inter si conosce a memoria, ha tante opzioni e in più ha giocatori di livello assoluto. Se giochiamo un solo tipo di partita, non ne usciamo. Se andiamo a Milano per fare gol, la partita può avere un riscontro. Se pensiamo di portare a termine un pari, siamo rovinati."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mick Jagger si trasferisce a Firenze

  • Scappano dal ristorante al mare senza pagare: 5 giovani fiorentini rintracciati e riportati a saldare il conto

  • Scosse di terremoto nel Fiorentino

  • Natalie Portman, lettera d'amore a Firenze: "La magia delle celle dei frati affrescate a San Marco, il gelato e..."

  • Coronavirus: 7 nuovi casi e 4 decessi

  • Rissa all'Isolotto: resa dei conti in strada

Torna su
FirenzeToday è in caricamento