Calciomercato Fiorentina: scambio Biraghi-Dalbert con l'Inter. Simeone resta in uscita

Concluso lo scambio tra terzini sinistri: Biraghi torna all'Inter, club in cui è cresciuto, Dalbert fa il percorso inverso. Il Cholito cerca una sistemazione, in difesa si punta lo svincolato Caceres

A pochi giorni dalla chiusura del calciomercato (fissata per il 2 settembre ndr) la dirigenza della Fiorentina continua a lavorare in entrata e in uscita per garantire un organico competitivo al tecnico Vincenzo Montella. Nelle ultime ora ha subito un'accelerata decisiva la trattativa con l'Inter che ha portato allo scambio tra Cristiano Biraghi e Dalbert.

Il laterale mancino della Fiorentina si trasferirà ai nerazzurri con la formula del prestito con diritto di riscatto fissato a 12,5 milioni, mentre il brasiliano si aggregherà ai viola in prestito secco. Per Biraghi si tratterà di un ritorno nella squadra in cui è cresciuto. Entrambi i giocatori hanno già sostenuto le visite mediche con i nuovi club e si attende solo l'ufficialità di un'operazione ormai conclusa.

Pradè è ancora alla ricerca di acquirenti per Giovanni Simeone, ritenuto poco funzionale al progetto di Montella. L'argentino fino ad ora ha rifiutato tutte le destinazioni, e attualmente interessa molto alla Sampdoria, i due club però devono trovare l'accordo sulla formula della cessione. In difesa sembra raffreddarsi la pista Tonelli del Napoli, mentre prende quota l'idea che porta allo svincolato Martin Caceres anche se con l'uruguagio ci sono da limare le pretese relative all'ingaggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, altro caso sospetto a Firenze: il secondo tampone è positivo

  • Coronavirus, caso sospetto a Santa Maria Novella

  • Coronavirus: due i casi positivi in Toscana, dopo Firenze anche Pescia

  • Coronavirus: anche in Toscana nuove misure per chi torna dalla Cina

  • Lavoro: concorso per 84 assunzioni in Regione Toscana

  • Coronavirus, Rossi: "No alla chiusura di scuole o stop ai concorsi"

Torna su
FirenzeToday è in caricamento