Caceres: "Contento di essere a Firenze. Voglio dare una mano alla squadra e far bene per i tifosi"

Il difensore della nazionale dell'Uruguay è stato presentato ufficialmente dalla Fiorentina

Nel pomeriggio la Fiorentina ha presentato ufficialmente Martin Caceres, difensore arrivato da svincolato nel corso della sessione di mercato estiva. L'uruguagio ha spiegato cosa lo ha convinto ad accettare la proposta del club viola: “Pradè mi ha cercato con insistenza. Sono contento di essere a Firenze, una città meravigliosa. Prima ci ero stato solo da rivale, è un ambiente bellissimo”.

Caceres va ad aumentare la forza e l'esperienza della retroguardia viola in cui può essere schierato sia da centrale, sia da terzino grazie alla sua duttilità tattica: “Sono un jolly, posso fare molti ruoli. La cosa più importante è che alla Fiorentina voglio fare bene. Spero che Firenze possa diventare casa mia". Come compagno di reparto c'è German Pezzella che Caceres conosce bene: "È  il nostro capitano, sudamericano come me, anche gli altri compagni mi hanno ben impressionato. Voglio aiutarli più che posso. Prima di firmare ho visto la partita contro il Napoli, ed è stata bellissima. Poi c'è stato il passo falso di Genoa. Adesso vogliamo fare molto bene”.

Il difensore che tra le altre ha vestito anche le maglie di Barcellona e Juventus ha parlato anche dei compagni più giovani in rosa: “Chiesa mi ha sorpreso ma anche Sottil e Castrovilli. Possono darci una grande mano, sono forti. Chiesa è un bravissimo ragazzo, umile e tranquillo. Ciò che conta è che ci sia con la testa, deve concentrarsi soltanto a fare bene”.

Spesso frenato da problemi fisici Caceres ha confermato di sentirsi in buona condizione: "Sono passato da giocare la Copa America fino a essere titolare con la Fiorentina. Sono felice e ho voglia di far bene per i nostri tifosi che sono importantissimi. Rispetto alla scorsa stagione sono cambiate tante cose, ci sono nuovi giocatori e nuovi obiettivi. Vogliamo fare un campionato diverso rispetto allo scorso anno. Giocatori come Ribery e Boateng sono da grande stimolo per più giovani”. E sulla prossima partita contro l'Atalanta mostra di avere le idee chiare: “Vogliamo i tre punti, ci servono”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Delirio in Via de'Pucci: chiuso lo Shot Cafè

  • Stazione di Rifredi: ragazza muore investita dal treno / FOTO

  • Paura all'aeroporto di Peretola: tenta di disarmare militare dell'Esercito

  • Crac Costruzioni Margheri: sette condanne per bancarotta

  • Carceri: sesso per i detenuti, chiesto intervento della Regione  

  • San Jacopino: allarme bomba / FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento