Fiorentina: la squadra è arrivata in ritiro a Moena. Nel pomeriggio primo allenamento

I viola hanno raggiunto la località del Trentino Alto-Adige dove inizieranno la preparazione alla nuova stagione agli ordini di Vincenzo Montella

foto Twitter ACF Fiorentina

Svolte le visite mediche nei giorni scorsi, la Fiorentina ha raggiunto il ritiro di Moena. I viola si erano ritrovati ieri al Centro sportivo "Davide Astori" per una prima sgambata leggera. Questa mattina alle 8 sono partiti da Firenze e alle 13 hanno raggiunto il Trentino. La prima seduta d'allenamento agli ordini di Vincenzo Montella è in programma oggi pomeriggio alle 17.

Fiorentina: i convocati per il ritiro di Moena

Sono 29 i calciatori convocati che prenderanno parte al ritiro che durerà dal 6 al 21 luglio. Di seguito l'elenco completo: Baez, Baroni, Benassi, Biraghi, Castrovilli, Ceccherini, Chiorra, Cristoforo, Dabo, Dragowshi, Eysseric, Hugo, Hancko, Hristov, Koffi, Lakti, Beloko, Meli, Montiel, Nannelli, Pierozzi, Ranieri, Saponara, Simeone, Sottil, Thereau, Venuti, Veretout, Vlahovic.

Date e avversari delle amichevoli

In ritiro gli uomini di Montella disputeranno quattro partite amichevoli. La prima partita è fissata per mercoledì 10 luglio alle ore 17:00, contro il Val di Fassa Team. Nelle successive tre amichevoli la Fiorentina affronterà il Real Vicenza, domenica 14 luglio con orario di inizio alle 17:00, l’ SSC Bari, mercoledì 17 luglio alle 17:00, e infine il Benevento Calcio sabato 20 luglio con inizio alle ore 17:00.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fratelli morti in hotel, l'autopsia: arresto cardiorespiratorio da intossicazione di stupefacenti

  • Fatture false: condannati i genitori di Matteo Renzi / VIDEO

  • Sylvie Lubamba: “Sono in crisi, ho chiesto il reddito di cittadinanza" 

  • 'Miss Nonna Italiana 2019': premiata anche una fiorentina

  • Paura all'aeroporto di Peretola: tenta di disarmare militare dell'Esercito

  • Parcheggi sulle strisce blu: “Dal 2020 gratis per i residenti in tutte le Zcs”

Torna su
FirenzeToday è in caricamento