Fiorentina-Brescia 1-1: Pezzella risponde a Donnarumma, i viola ricominciano con un pari

Rondinelle in vantaggio dopo un quarto d'ora di gioco con un rigore trasformato da Donnarumma, alla mezz'ora il pari dell'argentino. Nella ripresa rosso per Caceres e traversa colpita ancora da Pezzella

Il pareggio di Pezzella al 29' - foto © ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI

La Fiorentina ricomincia la Serie A post lockdown con un pareggio interno contro il Brescia: 1-1 al Franchi, con gli ospiti passati in vantaggio grazie a un calcio di rigore trasformato da Donnarumma. Di Pezzella il pari viola alla mezz'ora di gioco.

Com'era prevedibile i ritmi di gioco non sono stati altissimi e anche l'attenzione non è stata il massimo, prova ne è la prestazione di Caceres, autore del fallo che ha causato il penalty e poi espulso nella ripresa per un fallo evitabile. Non riesce il sorpasso a Cagliari e Sassuolo ma Iachini può trarre buone indicazioni in vista della sfida con la Lazio di sabato sera all'Olimpico: se nel primo tempo i suoi hanno sofferto la compattezza del Brescia, nella ripresa hanno avuto più volte l'occasione per raddoppiare, sfiorando il vantaggio in più circostanze, anche con l'uomo in meno.

Contro i biancocelesti non ci sarà Chiesa, ammonito nel finale, ma in compenso sarà a disposizione un Ribéry ritrovato, apparso tra i più vivaci insieme a Castrovilli.

Fiorentina-Brescia, la cronaca del match

Iachini scioglie le riserve e getta subito nella mischia Ribéry, che torna a disposizione quasi 7 mesi dopo l'operazione alla caviglia. L'inserimento del francese, schierato nel tridente con Chiesa e Vlahovic, comporta il momentaneo accantonamento del 3-5-2 e il passaggio al 4-3-3. I ritmi sono prevedilmente bassi ma il match vive un'improvvisa fiammata al quarto d'ora: Donnarumma sorprende la difesa viola con un traversone dalla destra per Dessena, Caceres prova ad anticipare il centrocampista avversario ma commette fallo, La Penna indica subito il dischetto, ammonendo l'uruguagio. Dagli 11 metri va Donnarumma che spiazza Dragowski e porta in vantaggio il Brescia. Dopo aver sofferto per diverse fasi l'organizzazione di gioco del Brescia, i viola trovano il pareggio al 20' con capitan Pezzella, bravissimo a sfruttare l'assist da corner di Pulgar con un imperioso colpo di testa che non lascia scampo a Joronen. Il primo tempo va in archivio senza ulteriori acuti sul risultato di 1-1.

La ripresa inizia con un cambio per la FIorentina (Lirola per Dalbert) e un immediato sussulto degli ospiti, pericolosi al tiro con Skrabb, bravo Dragowski a respingere. Immediata le replica dei gigliati con un'azione targata Ribéry-Vlahovic, conclusa con un gol annullato al francese per fuorigioco del serbo. Pochi minuti più tardi alla Fiorentina viene annullata un'altra rete: Vlahovic segna ma la rete non può essere convalidata perché il pallone - prima del traversone di Chiesa - era uscito di poco. Continua a premere la squadra di Iachini, pericolossisima verso l'ora di gioco con una bella combinazione tra Castrovilli e Chiesa che porta al tiro quest'utlimo: sinistro a incrociare velenosissimo, fuori di un soffio. Al 67' Fiorentina ancora vicina al vantaggio con un sinistro di Vlahovic dall'interno dell'area di rigore parato da Joronen. Nel miglior momento dei toscani, a circa 20 minuti dalla fine, Caceres - già ammonito in occasione del rigore - commette una leggerezza rimediando il secondo giallo e l'espulsione per un fallo su Torregrossa. Per aver contestato la decisione animatamente viene allontanato anche Iachini, spedito in tribuna. Ghezzal, che era entrato poco prima al posto di Duncan, deve lasciare il campo a Milenkovic per salvaguardare l'equilibrio. Nonostante l'uomo in meno la Fiorentina sfiora il raddoppio con una clamorosa traversa colpita di testa ancora da Pezzella. Il gol sembra nell'aria ma non arriva neanche quando Chiesa salta Joronen e batte sull'esterno della rete. Nel finale giallo pesante per Chiesa che era diffidato e salterà la sfida di sabato sera con la Lazio all'Olimpico. All'89' tentativo dalla distanza di Martella che finisce fuori non di molto. Durante il recupero Castrovilli va ancora vicino al gol con un piattone destro fuori di un paio di metri. In campo per l'assalto finale vanno anche Cutrone e Sottil per Ribéry e Chiesa ma il risultato non cambia, anzi il Brescia sfiora il colpaccio allo scadere con un colpo di testa di Dessena sventato da Dragowski.

Il tabellino di Fiorentina-Brescia 1-1

FIORENTINA (4-3-3): Dragowski; Ceccherini, Pezzella, Caceres, Dalbert (46' Lirola); Duncan (67' Ghezzal, 73' Milenkovic), Pulgar, Castrovilli; Chiesa (90'+2 Cutrone), Vlahovic, Ribery (90'+2 Sottil). A disp.: Terracciano, Igor, Venuti, Terzic, Badelj, Agudelo, Benassi. All. Iachini.

BRESCIA (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Pepetti, Mateju, Semprini (84' Martella); Dessena, Tonali, Bjarnason (55' Romulo); Zmrhal (66' Spalek); Skrabb (55' Torregrossa), Donnarumma.  A disp.: Andrenacci, Mangraviti, Gastaldello, Viviani, Ayè. All. Lopez.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Arbitro: La Penna di Roma 1
Marcatori: 17' rig. Donnarumma (B), 29' Pezzella (F)
Note - Ammoniti Caceres (F), Dalbert (F), Ceccherini (F), Papetti (B), Torregrossa (B), Spalek (B), Chiesa (F). Espulso Caceres (F) per doppia ammonizione

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 9 nuovi casi, focolaio a Impruneta

  • Coronavirus Toscana, 3 nuovi focolai. Ordinanza di Rossi: "Contagiati vadano in albergo o multa di 5.000 euro"

  • Coronavirus: si torna a salire a causa dei cluster, 2 decessi e 19 nuovi casi 

  • Gignoro: malore per l'autista Ataf, perde il controllo del bus e si schianta. Chiusa via del Guarlone | FOTO

  • Rissa in spiaggia, denunciati sei giovani fiorentini

  • Emergenza coronavirus non impatta sul mattone: Firenze città più cara d'Italia

Torna su
FirenzeToday è in caricamento