Pioli: "Emozionato per l'inizio della nuova avventura, il passato è alle spalle"

Il tecnico della Fiorentina è intervenuto in conferenza stampa per presentare la sfida contro l'Inter che aprirà la nuova stagione di Serie A. "Mercato? Centrati gli obiettivi che ci eravamo prefissati"

Stefano Pioli

Alla vigilia del primo incontro della stagione 2017-2018 di Serie A, che vedrà la Fiorentina far visita all'Inter, il tecnico viola Stefano Pioli è intervenuto nella consueta conferenza stampa pre-gara.

La partita di San Siro sarà una sorta di battesimo del fuoco per i toscani, che conclusa l'era Sousa, ripartiranno da una squadra profondamente mutata rispetto al recente passato. L'incognita maggiore è legata proprio ai tanti volti nuovi giunti a Firenze che avranno il dovere di non far rimpiangere gente come Borja Valero, Bernardeschi e Vecino (e a breve anche Kalinic...). Pioli in tal senso, si è detto comunque ottimista e soddisfatto del lavoro portato avanti dalla dirigenza. Di seguito gli spunti principali del suo confronto con i giornalisti;

Obiettivi stagionali

Visto il clima d'incertezza creatosi attorno alla Fiorentina è difficile ipotizzare quale possa essere l'obiettivo stagionale del club dei Della Valle. Ne è consapevole Pioli che nel rispondere a proposito dei traguardi di quest'anno ha preferito non porsi limiti: "Non possiamo sapere dove arriveremo però dobbiamo essere ambiziosi partita dopo partita. Abbiamo preso giovani di talento e con ambizione. Dovremo ragionare con la mentalità di chi vuole provare a vincere ogni singola partita. Solo alla fine vedremo dove saremo arrivati".

Le probabili scelte di formazione

Come spesso accade il tecnico emiliano non si è sbilanciato per quanto riguarda l'undici titolare che andrà in campo domani sera: "Il modulo? In un sistema di gioco si devono tenere in considerazione anche le posizioni che si modificano in base alle qualità dei giocatori e degli avversari. Babacar dal 1'? Giocherà chi se lo meriterà. Ha fatto un buon precampionato ma non eccezionale. Dipenderà da lui e dai compagni. Badelj? Sta meglio, mentre Saponara ancora no, spero possa rientrare presto. Per i dubbi mi prendo ancora la nottata e domani mattina per decidere".

Inter-Fiorentina, gara dai tanti ex

La gara di San Siro metterà di fronte tanti ex a partire da Pioli, che ha guidato i nerazzurri da novembre 2016 fino all'esonero dello scorso maggio, passando per Borja Valero e Vecino, sbarcati alla Pinetina in estate (anche Benassi e Biraghi nelle fila dei viola ndr).  "Emozionato per domani? Io lo sarò - ha dichiarato l'allenatore viola - ma solo perché comincio una nuova avventura. Il passato è alle spalle e quello che mi interessa è solo questo campionato. Sono curioso di scoprire che risultati ci darà il nostro lavoro. Cosa proveranno gli altri? Non lo so e onestamente mi interessa anche poco".

Il bilancio provvisorio sul calciomercato

Inevitabilmente nel corso della conferenza è stato toccato anche l'argomento mercato a proposito del quale Pioli si è dichiarato ugualmente soddisfatto nonostante i tanti casi che hanno costellato l'estate dei toscani: "La squadra è completa, abbiamo preso i calciatori con e caratteristiche che cercavamo. Gente giovane e motivata. Sarà il campo a stabilire se la squadra è all'altezza. Le prime due giornate di campionato costituiranno delle incognite per tutte e per noi qualcosina in più. Cercheremo di essere all'altezza fin da domani". Sul nuovo arrivato Simeone, giocatore di grande prospettiva ed erede designato di Kalinic, il tecnico ha dichiarato: "L'ho trovato molto bene, è carico, così come tutti i nuovi che sono arrivati in settimana. Sono convinto che abbiamo fatto un ottimo lavoro e che presto raccoglieremo i frutti". Infine una battuta sul caso Kalinic: "Per un allenatore prima si risolvono queste situazioni e meglio è. Lo stesso vale per il ragazzo. Certo è che per la professionalità i comportamenti dovevano essere altri ed evidentemente in questo caso qualcosa non è andato"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • Terremoto: nuova scossa a Barberino

  • Maltempo: rischio nevicate in città

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

Torna su
FirenzeToday è in caricamento