Rocco Commisso apre all'addio di Chiesa: "Vorrei restasse, ma ...'"

Il patron viola ai microfoni di Lady Radio: "Se andasse via mi dispiacerebbe, potrebbe essere una nostra bandiera"

Il patron viola Rocco Commisso è intervenuto ai microfoni di Lady Radio e ha parlato del futuro di Federico Chiesa: "Ho già visto il papà di Federico e ho parlato sia con lui che con Federico – ha detto il presidente - il discorso è sempre stato lo stesso: Federico starà con noi ma se vuole andare via, e se ci saranno cose giuste per la Fiorentina, forse... Se andasse via? Ovvio che mi dispiacerebbe, a me dispiace mandare via qualsiasi giocatore che potrebbe essere una nostra bandiera”.

Intanto a Firenze ieri sera è arrivato a Firenze il neo acquisto Cutrone. “Lo sapevo che sarebbe arrivato ma non potevo dirlo - ha spiegato Commisso - stamattina farà la visite, ancora non l'ho incontrato. Se non sbaglio questo è uno dei più grandi investimenti fatti dalla Fiorentina, speriamo vada bene e speriamo che non stia seduto in panchina perché l'abbiamo pagato tanti soldi”.

Commisso ha poi ribadito la speranza che l'arrivo di Beppe Iachini possa far risalire la Fiorentina in classifica: “siamo stati per cinque-sei settimane nella parte sinistra della classifica, ora siamo a destra, dobbiamo tornare a sinistra ma la gente non si aspetti quest'anno di andare in Champions o in Europa League”. Ma se “sulla squadra si possono fare più veloce le cose, per le infrastrutture no”.

Sempre il presidente ha poi sottolineato come nel progetto di ristrutturazione del Franchi, presentato alla Sopraintendenza dei Beni Culturali, abbia previsto anche un possibile sviluppo di un'area commerciale. Non a caso, stamani sulla Repubblica Firenze è riportata un'indiscrezione secondo cui al posto dello stadio di Baseball, il patron viola vorrebbe realizzare un Outlet al Cerreti. Ma anche nel caso andasse in porto l'ipotesi Mercafir, Commisso vorrebbe più metri quadri per sviluppare attività commerciali.   

"Ho i soldi per investire nella Fiorentina ma ho bisogno di fare anche ricavi attraverso lo stadio – ha ripetuto Commisso - Fare il nuovo stadio a Bagno a Ripoli? Non credo. Prima di partire avrò un nuovo incontro con Nardella. Qui in Italia ci sono troppi 'cilindri', ognuno ha i suoi poteri. Sullo stadio credevo si andasse più veloce, visto che ne se parla da vent'anni. Se era per me, lo stadio si faceva ieri”.

Infine sul mercato: “Vogliamo fare una squadra più forte, nei limiti dei nostri ricavi, così accontento anche i tifosi che fino ad adesso non sono stati accontentati. Ora stiamo lavorando su altro, dipenderà dalle occasioni del mercato e dai costi. I risultati non ci sono, dobbiamo rinforzare la squadra e ho detto a Pradè che non voglio giocatori per sei mesi. Chi viene deve stare qui per uno, due, quattro anni. Nessuno si aspettava questo campionato, fino ad oggi non ho mai visto vincere la Fiorentina al Franchi. E' successo solo con la presenza del cardinale di Firenze in Coppa Italia, ecco perché lo invito a tornare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggio e uova richiamati per rischio contaminazione

  • Lavaggi in lavatrice senza sapone con le "sfere magiche": ecco la novità | FOTO

  • Incidente in via Nardi: scooter travolto da auto, 20enne gravissima

  • Gavinana: senzatetto morta nei giardini / FOTO

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Parcheggi su strisce blu: gratis per tutti i residenti a partire dal 30 marzo

Torna su
FirenzeToday è in caricamento