Calciomercato, la Fiorentina vende ma non compra: piazza in ebollizione

Chiusa senza il botto la sessione estiva: dopo Alonso, venduto anche Mati. Sfumano Jovetic, Sportiello, Obiang e Faragò

Finale deludente per il mercato della Fiorentina. Dopo una lunga giornata in cui è stato ufficializzato il passaggio di Alonso al Chelsea, che è stato sostituito da Olivera dal Penarol (preso in prestito con diritto di riscatto fissato a 2,5 milioni di euro), alla fine non è arrivato nessuno in casa viola. La società per adesso ha quindi deciso di non reinvestire i 25 milioni circa arrivati dall'Inghilterra per il difensore spagnolo. Anzi, è partito anche Mati Fernandez, prima accostato al Cagliari e poi finito al Milan di Montella.

Non è arrivato Jovetic, trattato e poi rimasto all'Inter per i problemi legati ad un ingaggio troppo alto; non è arrivato il portiere dell'Atalanta Sportiello, che la società orobica disposta a trattare dopo le frizioni fra l'estremo e l'allenatore Gasperini; non è arrivato Obiang, su cui la Fiorentina avrebbe lavorato a lungo per rafforzare il centrocampo; non è arrivato il giovane centrocampista Faragò del Novara, su cui avevano messo gli occhi molte società di Serie A.

Domani alle 11 Corvino spiegherà le scelte della Fiorentina in una conferenza stampa, mentre i tifosi della Curva Fiesole sono in ebollizione ed annunciano, sempre per domani, una presa di posizione che arriverà attraverso un comunicato. La piazza mugugna, lo stesso Paulo Sousa, dato nelle ultime ore sull'orlo delle dimissioni, non sarà certo felice. Alla fine sarà comunque il campo a dire la verità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Via Baracca: vinti 500mila euro con un "Gratta e Vinci"

  • Coronavirus: anche in Toscana nuove misure per chi torna dalla Cina

  • Lavoro: concorso per 84 assunzioni in Regione Toscana

  • Donna morta in hotel: "gioco erotico finito male", indagato il compagno

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Coronavirus: Rossi-Burioni, rissa sui social per la quarantena dei cinesi

Torna su
FirenzeToday è in caricamento