Arti marziali: bilancio positivo per il team Fahrenheit

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

Si chiude l’anno in trend positivo per il team guidato dal sangiovannese che, in veste di istruttore, ha portato i suoi allievi a debuttare nella disciplina principe, il jujitsu, e nelle varianti moderne quali MMA e grappling. Ad oggi il palmares presenta una situazione molto interessante: su trenta agonisti iscritti, venti le medaglie totali, di cui la maggior parte d’argento (15 per l’esattezza).

I segreti di una annata costellata di successi si trovano in qualità e valori quali l’unità, la solidarietà,il rispetto, la lealtà che rendono l’intero gruppo coeso, affiatato, vincente. Non solo, l’avere un maestro quale Federico Arno, che detiene un curriculum sportivo di tutto rispetto (istruttore di boxe competition, MMA WFC, cintura nera di jujitsu e viola di BJJ sotto il team Wander Braga Italia, pluricampione in diverse discipline e premiato il 2 giugno nella “giornata dello sportivo “ dalla Unione Nazionale Veterani dello Sport nella città di San Giovanni Valdarno per essere stato Campione Nazionale nel 2018 di Ju-Jitsu), aiuta notevolmente la squadra a migliorarsi sotto tutti gli aspetti. Nuove sfide attendono Federico e l’intero team per l’anno che verrà, in particolare l’europeo di grappling che si terrà ad Aprile a Roma.

Torna su
FirenzeToday è in caricamento