Atleta morto di arresto cardiaco: viaggio in bici da Coverciano alla Spagna per ricordarlo

I tifosi ricordano la drammatica perdita di Dani Jarque, morto per un arresto cardiaco nell’agosto 2009 durante il pre-campionato al Centro Tecnico Federale di Coverciano (Firenze).Nel decimo anniversario di questa triste ricorrenza, ho deciso di percorrere la distanza dal Centro Tecnico di Coverciano - dove Dani morí - fino allo Stadio dell’Espanyol attraverso 21 tappe in bicicletta. Il mio percorso in solitaria si concluderà l’8 agosto 2019, giorno esatto del decimo anniversario della morte del giocatore

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

Mi chiamo Joan Francesc Leiva e sono un tifoso della squadra di calcio RCD Espanyol di Barcellona (Spagna). Sto per intraprendere una sfida personale che unisce sport e solidarietà: il Tracks del 21. Tutti i tifosi dell’Espanyol, e non solo, ricordano la drammatica perdita di Dani Jarque, morto per un arresto cardiaco nell’agosto 2009 durante il pre-campionato al Centro Tecnico Federale di Coverciano (Firenze). Nel decimo anniversario di questa triste ricorrenza, ho deciso di percorrere la distanza dal Centro Tecnico di Coverciano - dove Dani morí - fino allo Stadio dell’Espanyol attraverso 21 tappe in bicicletta. Il mio percorso in solitaria si concluderà l’8 agosto 2019, giorno esatto del decimo anniversario della morte del giocatore.

A questa sfida personale ho voluto sommare un valore sociale, attraverso la raccolta di fondi per la fondazione CorAvant (http://fundaciocoravant.org/ca/) che investe nella prevenzione delle malattie cardiache, causa della morte di Dani Jarque e offre supporto alle famiglie che, insieme al malato, devono affrontare una cardiopatia congenita. Inizia così la lettera con la quale Joan Francesc presenta la sua iniziativa del Tracks del 21 in Italia. In Spagna il progetto ha avuto il sostegno ufficiale di RCD Espanyol che seguirà l’iniziativa attraverso i propri canali ufficiali e che ha consegnato all’atleta la maglia da gara di Dani Jarque.

La maglietta sarà consegnata venerdì 19 luglio 2019 alle ore 10 al Direttore del Centro Tecnico Federale di Coverciano, Maurizio Francini, per essere conservata nel luogo dove Dani morì nell’agosto 2009, mentre un mazzo di fiori sarà deposto come omaggio. Dopo la cerimonia ufficiale a Coverciano e prima di iniziare la tappa inaugurale del Tracks del 21, Joan Francesc e il pubblico presente faranno una sosta allo Stadio Artemio Franchi per ricordare il capitano della Fiorentina, Davide Astori, deceduto nel 2018 per malformazione cardiaca genetica, come il giocatore dell’Espanyol. Ventuno tappe - come il numero di maglia di Jarque - da Firenze a Barcellona. Una pedalata di 1.797 km e di 20.980 metri di dislivello complessivo. Partenza il 19 luglio 2019 alle ore 10 dal Centro Tecnico di Coverciano. Arrivo l’8 agosto 2019 - nel decennale della scomparsa di Dani - alla porta numero 21 dello Stadio Cornellà-El Prat. Il progetto Tracks del 21 è nato in collaborazione con la Fondazione CorAvant che si occupa di prevenzione anche infantile delle malattie cardiache congenite. Lo scopo è quello di sensibilizzare ciclisti e appassionati di calcio. Ogni tappa completata sarà condivisa sui social network dove i followers possono premiare con i Kudos (i like dell’app Strava). Le reti social permetteranno agli altri utenti di aggiungere e accumulare chilometri a favore di questa sfida. L’intento è quello di richiamare sponsor per trasformare Kudos e chilometri in donazioni per la Coravant Foundation.

ACCREDITI

Essendo l’accesso al Centro Tecnico Federale di Coverciano consentito solo alle persone autorizzate, i colleghi giornalisti e il pubblico che vorranno accreditarsi per partecipare alla cerimonia di partenza del Tracks del 21, sono pregati di dare comunicazione rispondendo a bruni.rebecca@gmail.com entro e non oltre mercoledì 17 luglio 2019. Nella speranza di un gentile riscontro Rebecca Bruni cell 333 9114565

Torna su
FirenzeToday è in caricamento