Ristorante Il Latini, sapori toscani dal 1911

Oggi vi presentiamo "Il Latini", quinto tra i primi finalisti del contest #afirenzecigarba. Uno dei locali storici della città, custode dei più antichi sapori toscani

Un locale storico in via dei Palchetti, custode degli antichi sapori della più autentica cucina toscana. Si presenta così il celebre ristorante fiorentino "Il Latini", tra i primi 5 finalisti del contest #afirenzecigarba, indetto da FirenzeToday per eleggere la migliore bistecca alla fiorentina della città.

QUI POTETE VOTARE LA SFIDA FINALE

"Il locale nasce come fiaschetteria nel 1911 dallo zio di mio pradre"- spiega il proprietario Latini- "Negli anni '50 i miei genitori la tramutarono in una trattoria: da lì il resto è storia".La cucina de "il Latini" era quella della moglie di Narciso, che trasportava i suoi cibi da casa ai tavoli apparecchiati disposti nelle cantine di Palazzo Rucellai. I piatti della Sora Maria erano a base dei prodotti tipici della cucina toscana, semplice e genuina, ingredienti ancora oggi caratteristici del ristorante. L'alluvione di Firenze non risparmiò la fiaschetteria, che tuttavia continuò a servire piatti caldi ai fiorentini tra le strade ancora piene di fango.

Ma qual è il segreto delle bistecca alla fiorentina de Il Latini? "Il segreto sta tutto nella qualità della carne" -spiega- "che deve essere rigorosamente cotta a carbone e deve essere girata il meno possibile durante la cottura". Non solo bistecca, però. Al ristorante in via dei Palchetti si può gustare il meglio della cucina toscana, grazie a piatti tradizionali come la ribollita, pappa al pomodoro, l'arista di maiale, la trippa alla fiorentina, il gran pezzo di manzo, il tutto innaffiato da vini di qualità. La cucina diventa così il luogo dove i prodotti della campagna Toscana si trasformano nei gusti tipici della tradizione. 

La cucina Toscana è anche cultura. La tradizione del convivio è ben viva nel ristorante, che ogni anno organizza il premio Amici del Latini. Nato nel 1982 da un’idea di Narciso Latini, questo premio letterario ha riconosciuto, grazie ad un semplice prosciutto, il lavoro di poeti che hanno fatto grande la storia letteraria contemporanea. Tra i vincitori figurano nomi illustri come Giovanni Spadolini, Leonardo Sciascia, Eugenio Garin, Indro Montanelli, Carlo Bo e Maria Bellongi.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
FirenzeToday è in caricamento