Antico Ristoro di Cambi, mezzo secolo di amore per la cucina toscana

Anche la trattoria in via S. Onofrio è tra i primi 5 finalisti del contest #afirenzecigarba. Una struttura cinquecentesca dove si celebra l'amore per i sapori toscani da oltre 50 anni

Parola d'ordine: qualità e passione. Questa la filosofia della trattoria All'Antico Ristoro di Cambi, situata in via S. Onofrio, tra i primi 5 finalisti del nostro contest #afirenzecigarba sulla migliore bistecca della città.

QUI POTETE VOTARE LA SFIDA FINALE

"Il segreto sta tutto nella dedizione e nell'amore in questo lavoro" -spiega Stefano Cambi. Una passione che arriva da lontano: "Il locale è stato aperto il primo settembre del 1950, inaugurato da Bruno e Silvano, rispettivamente mio padre e mio zio, ed era originariamente un vinaino dell'epoca" -racconta- "Io e mio cugino Fabio ci lavoriamo da 45 anni, e siamo cresciuti qui dentro: i nostri genitori ci hanno trasmesso un aspetto fondamentale per la ristorazione, ovvero l'importanza della qualità dei prodotti e la passione per il mestiere".

"Non è un lavoro che ci è stato imposto" -prosegue- "ma che abbiamo scelto perché ci piace, in cui abbiamo messo sempre passione e amore: da una piccola osteria piano, piano siamo riusciti ad ampliare il locale, trasformandoci progressivamente nel corso degli anni fino agli attuali 130/140 posti."

Qualità è anche il segreto dell'ottima bistecca alla fiorentina dell'Antico Ristoro: "il gusto della bistecca sta tutto nella qualità: attenzione alla frollatura ma, soprattutto, alla qualità della carne." Tra i piatti tipici della trattoria non mancano mai ribollita e pappa al pomodoro, insieme agli amatissimi trippa e lampredotto: "Siamo l'unica trattoria di Firenze dove tutto l'anno è possibile trovare la trippa e il lampredotto" -conclude- "che vengono serviti tutti i giorni". 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
FirenzeToday è in caricamento